Immagina, una notte, un pene

Immagina un uomo.
Più un ragazzo che un uomo via, normale, sul timido andante, gregario e molto introspettivo. Poi guarda in basso e immagina il suo pene.

Immaginali che iniziano a parlare, quasi fosse normale.
Prima nell’indifferenza, poi tra il chiacchericcio, infine in TV.

Nonostante siano scandalosi, immorali e volgari, la curiosità della folla la spinge a volerne sapere di più sulle loro chiacchere.

Per loro fortuna si dà il caso che vivano in un mondo dove può succedere che uno parli al proprio cazzo e ci scriva un libriccino ed abbia dei lettori.

Victor e le Vittime di Smegmatron

SdC è sotto attacco. Smegmatron, un discotecaro che chiama le sue donne “vittime”, vuole impossessarsi del Sacro Prepuzio di Victor e del superpotere della trombata occasionale. Se riuscisse nel suo intento, in pochissimo tempo il giardino dei clitoridi in fiore (cioè il mondo) verrebbe coperto di smegma e sarebbe la fine. Io, in quanto unico…

“Ed ella fece della sua vagina fontana”

Ehm, non so come scrivere l’introduzione a questa storia. Facciamo che la salto e arriviamo direttamente al punto in cui mi devo vedere con una tipina che chiamerò Kickia Elatine. Kickia mi sta puntando un fucile alle palle, però ho riso troppo a leggere la sua versione del nostro incontro e – anche se era…