Una lettera d’invito a casa di Victor

Titolo originale:

Una lettera per una ragazza che viaggia molto,
con lo spudorato scopo di invitarla un weekend a Firenze

Sono le 8:30 di un sabato mattina,
ma non un sabato qualsiasi.

È il 10 giugno, esattamente fra sei giorni.
Sei in stazione e ti chiedi cosa ci fai lì e come accidenti ho fatto a convincerti a venire a Firenze con questa lettera.

Quando hai preso il biglietto eri assolutamente convinta di quello che stavi facendo ma, nonostante tu pensi di averne fatte tante nella vita, quando ti trovi di fronte ad una situazione completamente nuova, le farfalle nello stomaco sbattono le ali come se avessero appena imparato a volare.

Nel mondo, ogni giorno, 1,4 miliardi di ragazze accettano un invito galante da parte di un uomo che gli piace.
Nel mondo, ogni giorno, 2,7 miliardi di ragazzi fanno un invito galante ad una ragazza che gli piace.
La disparità fra questi due numeri è la misura dei nostri cuori infranti.

Queste statistiche le ho appena inventate, ma mi servono per dirti che tu – solo tu – stai ricevendo questa lettera da me, che non ho mai scritto niente del genere per nessun’altra e che, allo stesso modo, nessuna ragazza al mondo oggi riceverà un invito da parte di un libertino che ha cercato su internet perché parla col suo pene in un blog.

Questa cosa è solo nostra e se ogni storia deve avere un buon inizio, direi che mentre sali i gradini del treno per entrare in carrozza, non ti stai facendo mancare proprio nulla.

Il discorso che ti ho fatto mercoledì sera, sul fatto che non aveva senso che venissi io perché fra viaggio albergo e cena sarebbe stato un corteggiamento così sfigato da annientare completamente ogni nostra possibilità di piacerci mi hai detto di averlo capito, ma ora che ci ripensi non ne sei così sicura.
Fa niente.
Te lo spiegherò di nuovo.

Le porte del treno si chiudono.
Ti chiedi come sono.
Il fantomatico Proprietario di Victor…

E se non ti dovessi piacere?
E se Victor fosse tutto storto?
E se fosse tutta una maledettissima messa in scena?

Sono le 8:40, io sto ancora dormendo, ma quando mi sveglierò mi farò delle domande molto simili.
Non ho mai fatto la follia di decidere di invitare una ragazza mai vista prima a passare due giorni nella mia città.

Da follie del genere nascono solo emozioni fortissime: giramenti di coglioni così cataclismici da far tremare la terra, oppure storie talmente belle che non vuoi farle finire e notti di sesso meravigliose che ti ricordi per tutta la vita.
Non ci sono vie di mezzo.

Il treno vola come se avesse infranto i limiti di velocità per portarti più velocemente in toscana.
Scendi dal treno con la mente lucida e il cuore che batte veloce.

Mi vedi quasi subito, perché sono lì che ti aspetto all’ingresso del binario.
Sono un po’ più alto di quello che ti aspettavi, e anche un po’ più magro.
Ti guardo negli occhi e ti saluto senza imbarazzo, tu fai lo stesso e nessuno dei due sa cosa stia pensando l’altro.

Una parte di noi vorrebbe chiedere, ma è presto e siamo sobri. Andiamo da me ad appoggiare le cose e vedi che non ti avevo mentito, che ho davvero una camera per gli ospiti dove puoi dormire indisturbata, e ti rilassi.

Ce ne andiamo in giro per stradine di Firenze che non hai mai visto e ti porto in posti segreti, piccoli e nascosti ai turisti per chiacchierare in santa pace mentre ci raccontiamo un po’ di noi e iniziamo a mettere alla prova le aspettative che ci eravamo fatti.

Stiamo bene insieme.
Le nostre chiacchiere scorrono lungo i bicchieri del brunch, le opere di Bill Viola e le rive dell’Arno.
Ti avevo detto che saresti stata mia ospite e che ti avrei portata a cena in un posto speciale in cui non vado da molto tempo, quindi ti sei portata un vestitino da sera, la cui bellezza stona decisamente con l’estetica della Spassocar.

E così ti ritrovi in macchina con i capelli al vento a ridere mentre ti prendo in giro per le tue scelte avventate da femminista indipendente.

Arriviamo al castello.
Eh sì, un motherfucking castello medievale con i muri in pietra, i bastioni e le feritoie, che domina le colline del Chianti e dove possiamo mangiare ai piedi della torre, all’ombra di un albero che avrà come minimo duecento anni.

Non friggo mica con l’acqua io.
Prima di ordinare però ti prendo per mano e ti porto in cima alla torre, senza chiedere nulla a nessuno che poi magari non ci fanno salire.

Allora iniziamo a inerpicarci per una scaletta in pietra strettissima e molto ripida, in cui io mi perdo fra le varie stanze perché non mi ricordo com’è fatta, finché non ci ritroviamo in cima.

La vista ti lascia senza fiato, ti appoggi fra due merli di pietra per guardare la vallata che si apre sotto di te, e io ti indico una casetta in lontananza, che è la casa dove viveva la Beatrice di Dante, la donna per cui lui ha inventato Inferno e Paradiso.

Siamo vicini.
Siamo soli.
Siamo sopra al resto del mondo.

Ci guardiamo negli occhi, in silenzio.
Tu ti aspetti un bacio, ma io continuo a guardarti.

Voglio cercare di capire cosa sta succedendo dentro di te, ma i tuoi desideri sono troppi e sono tutti mescolati.
Tu mi guardi la bocca e le nostre labbra si toccano e capiamo che avremmo potuto farlo molto prima.

Non potevo immaginare baciassi così bene.
Cerchi di mordermi la lingua, io ti accuso di essere un vampiro.

Poi ti giro un braccio intorno alla vita e ti stringo forte.
Rimani un attimo senza fiato, con gli occhi chiusi, unita a me, incollata a me, con il vestito così aderente alla mia camicia che sembra vogliano fondersi insieme con il calore del sole e dei nostri corpi, per poi diventare polvere e cadere a terra.

…Ma hey, questo è solo un sogno!

Nulla di tutto questo è ancora reale.
Manca ancora una settimana prima che possa diventarlo, io sto tornando dalla Svizzera a Firenze e tu stai tornando da [Ululì] a [Ululà].
Le nostre strade non si intrecceranno a meno che tu non lo decida adesso.
Questa lettera è il mio invito, e a meno che tu non lo accolga resterà una fantasia.

Tornerai al lavoro domani e continuerai a fare le tue cose eccetera.

Oppure puoi decidere di lasciarti convincere da me a cliccare su trenitalia.it e a venire da me sabato prossimo.

Solo due come noi possono vivere un’avventura del genere.
Per il resto del mondo è un sogno.
A me i sogni piacciono un sacco.
A te?

PS
Ho scritto sabato, ma in realtà in base ai tuoi impegni potresti venire anche prima, io da mercoledì sono libero, non so se tu puoi lavorare alle tue cose anche fuori sede. Domenica invece ho il compleanno di un amico al mare, a cui ovviamente potresti venire anche tu, però solo se ti piace la compagnia e la carne alla griglia.

PPS
Non l’ho riletta, l’ho scritta di getto sul treno verso Firenze.
Chissà… Forse è lo stesso su cui salirai tu.


 

Questa è la lettera che ho mandato ad una ragazza speciale con cui mi sentivo da un po’.
Il discorso sull’investimento è lungo e lo spiego solo se interessa a qualcuno.

Mi ha risposto ieri.
Secondo te viene?

Lascia un Commento

86 Commenti su "Una lettera d’invito a casa di Victor"

 
Erica Barnini

DEVE venire.
Se non lo fa non ha capito niente.

NaFigator

Beh, se non hai convinto lei hai sicuramente convinto me.

Say my name

Secondo me no, troppo spoiler.

la bella

Viene e poi viene

pumitrozzola

Se nn viene..ma davvero potrebbe nn venire??!! Comunque se poi lasci l’indirizzo del castello etc. faresti un favore quanto meno a me..e forse a qlc altro! Grazie!

flalalá

SE non viene, TU hai l’obbligo morale di dirci chi sia così NOI la prendiamo a calci fino a Firenze.

Ps. Oh ma a me mai ste cose eh?!

furba seguace di entrambi

ma questa ragazza è [forse devo imparare a farmi i cazzi e capire che se non c’è scritto il nome nel post originale c’è un motivo]! Io ho gia gli occhi a cuoreee

Messaggio censurato da Victor il nazista.

unicorno rosa

anch’io ho capito chi è!

Neofita di sdc

Anche

Neofita di sdc

Anche io credo di aver capito, anzi è proprio grazie a lei che ho scoperto le meravigliose avventure di victor e del suo proprietario.

Bavó

Che fossi un genio lo sapevamo già ma anche [io devo capire che non è il caso di fare nomi per far vedere che ho capito di chi parli] è una tipina tosta e sicuramente verrà.

ex angelo

io accetterei solo x vedere se riesci davvero a realizzare tutte le cose immaginate nel sogno ! secondo me . . . viene 😉

la bella

Leggere i commenti di chi ti conosce sul serio e,conseguentemente, conosce anche la tizia in questione, rovina quell’atmosfera da alcolisti anonimi che tanto mi piace di questo blog.
Voi privilegiati,ve ne prego, non spoilerate. Grazie

Mr. Orange

Secondo me viene, però adesso vogliamo sapere anche noi la location del motherfucking castello nel Chianti ;)

pseudonimo improbabile

Salcazzo se verrà
non sa manco se risponderà,
Salcazzo di sto investimento
magari me lo spieghi in un commento
:P

A me è successo, qualche anno fa, con un ragazzo olandese che avevo solo “visto” a Creta, mentre ero in vacanza. Faceva il Dj in un locale. Sono rimasta folgorata. Tornata a Torino (all’epoca vivevo lì) sono riuscita a trovarlo – 007 me spiccia casa – e gli ho scritto su FB, temendo di aver sbagliato persona e comunque, di aver fatto una notevole figura di merda. E’ stata una grandissima botta di adrenalina. Dopo una settimana mi ha risposto, era rientrato in Olanda. Inizialmente era incuriosito da tutta la storia, non gli era mai successa una cosa del genere. Abbiamo iniziato a sentirci su Skipe ogni sera, finchè non ha comprato un biglietto aereo per Milano…e ci siamo incontrati alla stazione. 3 giorni meravigliosi. Olè.

L\'Indovina

Viene, viene: dai,siamo seri, chi non accetterebbe una proposta del genere? A prescindere da tutto, e da come va a finire, viene comunque fuori una storia della madonna per i posteri (divertene, appassionata, tragica,comica lo deciderete voi, ma quoto per fuochi d’artificio e orgasmi ^_^ :P )
Adesso sono curiosa di sapere come va a finire.

Ps: aspetto anche il discorso sull”investimento ;)

Marmellata

Non so PdV, per me questa volta hai detto troppo. Lei invece verrà, non ci deludere sullo svolgimento.

Cri

Punto 5€ su ” viene ma la prossima settimana ”
Punto 10€ su “anche senza questo racconto sarebbe venuta lo stesso “

BumBum

Le ragazze che viaggiano, prendono i treni.

_mhfjfndism

odio che altri sappiano di chi stiamo parlando e io no..uffa..comunque viene viene

poiu

Mi sono bagnato a leggerla. Se il discorso sull’investimento intendi quella del buon Max passo, se invece è cosa hai fatto tu allora mi interessa.

Amneris

Io sarei venuta, anche solo per l’impegno nello scrivere una lettera. Dai.. una lettera! Chi le manda più? Che cosa bellissima

May

“Rimani un attimo senza fiato, con gli occhi chiusi, unita a me, incollata a me, con il vestito così aderente alla mia camicia che sembra vogliano fondersi insieme con il calore del sole e dei nostri corpi, per poi diventare polvere e cadere a terra.”

io avrei aggiunto:
“e Victor stringe cosi’ tanto i pantaloni da farsi male … ma continuava imperterrito a spingere!”

poteva essere un “cazzodiinvito”

:D

Fegato ZiGo ZaGo

Con questa capacità di scrittura lei è già venuta da te nella sua immaginazione.
Aspetto coordinate geografiche della casa di Beatrice che si vede dal motherfucking castello medievale..😂
Forse chiedo troppo ma voglio sapere dell’investimento

presuntuosity

Viene ma con l’ansia. Hai creato così tante aspettative anticipando quello che potrebbe essere che è venuta l’angoscia a me. Altro che farfalle nello stomaco….uno stormo di piccioni.

Brother

Il discorso sull’investimento interessa, anche se ho una mezz’idea.

Se non viene non dircelo, tanto ormai nella testa di tutti avete già scopato su ogni mattone del castello!!

Stalker incrociata

Secondo me stai parlando di [sono ritardata] che comunque spero venga…e verrà 🤔

Stalker incrociata

Concordo con la parentesi, ma sono contenta di aver azzeccato ;) in bocca al lupo!

Alfa

È leiiiiii dimmi che è quella che penso io e che vieneeee trullalààà che combo spaziale sareste

Umile Fan

Seguo anche lei, se decidessse di venire penso che sarebbe proprio interessante.

Fella

Non verrà perché gaetano le ha detto che vivi nel ghetto

la bella

Tua madre lo diceva non andare su youporn

IlPianista

Se sapesse che apprezzi le salsine di soya nei ristoranti vegani e che ti bevi le lattine energizzanti al guaranà, rifiuterebbe sicuramente.

mammut

vengo anch’io!

VenereFolle

caro Proprietario di Victor

1. viene sicuro
2. ha ragione brodino sei una checca… ora pure le pre-storie per na scopata!
3. la teoria dell’investimento mi garba
4. mi rode di essere tra le poche a non aver capito chi sia
5. visto che la nomini mi chiedo sbrincí che fine ha fatto?
6. dalle lattine energizzanti al guaraná al veganesimo puro il passo é breve… non facciamo che il nuovo taglio di capelli serviva a non far notare le ciocche bionde????

nonostante tutto leggerti é sempre un piacere…

Brodino Vegetale

Sempre più frocio hahahaha ma ti voglio bene anche per questo
1. Non ho capito chi è, e frega cazzi ma me lo racconterai perché sono curioso
2. Hai spiegato troppo in dettaglio lasciando poco all’immaginazione. Più o meno come i trailer dei film oggi giorno che se li guardi in pratica ti sei visto il film, o almeno i momenti clue più belli.
3. Non sarebbe la prima volta che vai a trovare una nella propria città investendo denari per poi rimanere semplicemente deluso “Mr. Frittata” (almeno hai imparato questo)
4. Ribadisco #gayyyyyy
5. Vediamoci

DenimDemon

Tutto vero, tutto bello, se non le viene il cagotto dell’ultimo momento (sia fisico che psicologico) verrà (e non aggiungo il buon vecchio #di sicuro! che non tutti ricordano)…. MA! caro @ProprietarioDiVictor, non è una storia del cazzo senza il cazzo (non parla, non viene menzionato, non viene EVOCATO, solo un suggerimento subaffitato quando si menziona il sesso… evvabbè non doveva essere una storia ma la diffusione della lettera, quindi in teoria quella di giuno non esiste ancora….ma conto che esisterà da dopo sabato, quando il tutto sarà successo….quanto cazzo è bello scrivere tra parentesi?!?)
Detto questo, si vede quando scrivi senza rileggere, cambia proprio!
(stavolta d’accordo con @brodino vegetale sugli spoiler)
come sempre nota per i newbies: al di là delle parole che mettete nella lettera che #di sicuro” scriverete a vostra volta ispirati da questa, ocio che non dovete vendere posti, ristoranti e sbocciate per convincere, bensì vendere sensazioni… allora si che prima no!

penidarodeoevaginedaguerra

Senti se non viene vengo io, ma già mercoledì senza ma e senza se, mi avvio ora che c’ho paura di perdere il treno e chiederò 270000 volte a chiunque se quello è il treno che va anche a Firenze.

Sara

Ma Dio no ti prego no, che é sta cosa alla tre metri sopra il cielo?
Victor fallo tornare in sé te ne prego.

Gattara

Ciao a tutti! È la prima volta che intervengo, ma ho letto tutto il blog e ne sono ormai dipendente!

Questa lettera è dolcissima, non vedo l’ora di leggere l’epilogo di questa storia.
Scommetto che partirá. Insomma, qualsiasi donna sana di mente correrebbe a prendere quel treno!

Edoarda

Se non viene la vado a prendere io, diciamo che ho vissuto un assaggio del genere, merita

pseudonimo improbabile

secondo me viene, ma poi ti accorgi di quanto ti sei sbagliato sul suo conto e quindi meglio che non ci venga cosicché tu possa continuare a nutrirti delle tue romantiche e meravigliose illusioni.

PdV, sono tua mamma!

Conoscendo mooooolto bene le donne, dico che non solo viene, ma che sarà poi dura rimandarla da dove è partita… Intendiamoci, potrebbe anche diventare una storia adrenalica per entrambi, senza obblighi né promesse, meravigliose parentesi in, comunque, vite già intriganti ed intrigate. Chissà…

.screen

Piccola nota sul discorso investimento. Da lunghi anni l’uomo è stato bombardato con lo slogan “FALLA INVESTIRE”. Probabilmente supportato dai misogini che volevano vederle tutte morte… ma sta cosa che una ragazza non ti conosce nemmeno, prende e va in treno per vedere te… ok tutto, ma è la cosa più improbabile di tutti i tempi.

“E si ok ma però insomma… mica potevo andarci io. Sennò che figura da sfighez cosmico non ci facevo”… a te lei piace? Sei TU che sei interessato a lei e che le stai sfrantumando le ovaie pur di vederla? Allora alzi il culo tu e vai tu da questo essere mammifero che tanto ti sta a cuore. Altrimenti non le scrivi.

Poi per carità… ci sono anche angeli dal cielo che scendono e ti benedicono con la loro anima.. e prendono treni improbabili…

…ma io non li ho mai visti.

Edoarda

E alla fine? Sta tipa si è fatta viva o no? (Stavo chiedendo se fosse venuta o meno ma mi pareva troppo volgare per una storia così romantica)
;)

Passavo per caso

Ho capito chi è. È il caso umano che frigna sempre sui social se la cagano perché la cagano, se non la cagano perché non la cagano, se non si sa se la cagano perché non si sa se la cagano e così via in una infinita spirale del non farcela. Se te la trombi – anche con meno smancerie ci riesci, vai tranquillo – magari la resetti e torna normale oppure è la volta buona che le dai il colpo di grazia.

Pulcherrima

Ehm…
Su snapchat ci ha tenuto a precisare quanto questa lettera fosse patetica (cit.).
Mi sa che devi impegnarti di più per convincerla :D

Marimbarzi

Genio. Così vago che, se ti senti con 4 donne, vale per tutte ed hai lasciato a loro l’onere di farsi avanti.

BiondaPerCaso

Devo ringraziare lei che mi ha fatto scoprire il tuo bellissimo blog. Ormai sono dipendente, non voglio finire di leggere le storie per paura di una crisi di astinenza :/
Resto in attesa dei resoconti di tutti e due su questo weekend.
Io sto dalla tua parte, vai Victor, all’attacco!

wpDiscuz