Decamerone Cazzone ep. 1: Lesbo Dramma

IMG_20200312_222250_878

Long story short: con i Victorini e le Victorine della Posta del Pene stiamo ricreando una versione moderna del Decamerone di Sboccacciuz, durante la quarantena da Coronavirus.

Ci raccontiamo delle storielle sconce, illustrate da foto col libro che rappresentano il nostro stato d’animo in queste settimane di clausura e seghe.

Esattamente come nella quarantena fiorentina del 1300… ma con storie che rappresentano desideri, vite e valori più moderni, 700 anni dopo.

Così ammazziamo la noia e ci facciamo due risate.

Ci sarà anche una votazione finale con dei premi in palio sia per le storie che per le foto, ma queste cose le ho già spiegate nei luoghi opportuni, quindi bando alle ciance… Ecco a te la prima storia del Decamerone Cazzone:

Storia lunghetta, scritta da una Victorina bisex che si è avventurata per la prima volta nel magico mondo delle chat lesbo, arrivando a contemplare il suicidio e capendo, finalmente, cosa prova un uomo quando ci prova con una tipa che ha scelto “piccolastellasenzacielo” come nickname.

Vai Sof, sei tutti noi!

======================
LESBO DRAMMA
======================

Sabato sera. Coronavirus. Zona rossa. Quarantena. Pizza ordinata a domicilio. American Horror Story in streaming.

L’attesa di una sensazione di benessere da nullafacenza che tardava ad arrivare si è trasformata in un esperimento sociale all’interno di un mondo che mai avrei pensato di esplorare: Le chat di lesbiche.

La puntata in streaming tardava a caricare, livelli di noia altissimi… quando all’ennesimo scroll della home su FB esce la pubblicità di una chat lesbo.

Eccolo il mio divertimento del sabato sera!

Entro in questa chat selezionando più o meno le stesse foto che avevo di tinder e quando mi chiedono un nickname metto con molta poca fantasia il mio nome, ma in effetti non vedevo motivi di mettere strani pseudonimi.

Mi viene poi chiesta di precisare età, altezza e peso (peso!?!?) ed infine di fare una breve descrizione di me stessa che salto a piè pari. Buono eccoci… la chat è organizzata in una home principale dove ci sono le ragazze distribuite in base alla distanza da te.

La prima cosa ASSURDA che noto è che meno della metà hanno la foto… ma non doveva essere una chat di incontri questa? Ah già: le donne guardano la bellezza interiore. Mi soffermo un attimo mi schianto dalle risate da sola.

Altra cosa che noto I NICKNAME: piccolastellasenzacielo, iceage, luce, sensibile, sunset, sea, troppocerebrale, onemoretime, fiore e fate pure volare la vostra fantasia in un universo dove lo spazio è fatto di miele e le stelle di pepite al cioccolato al latte.

Mi faccio una dose di insulina e continuo nell’esplorazione della chat dove tutte le ragazze avevano un che di molto sensibile nelle loro descrizioni.

Rimango ferma ad osservare le varie foto e quelle poche che ci sono mostrano dei maschi mancati… ma le lesbiche non si eccitano con scene del tipo “il cigno nero” dove ci sono quei due schianti di Mila Kunis e Natalie Portman?!

Se è così, perché imitano degli scaricatori di porto?

A questi pensieri non giungo a nessuna conclusione. Risulto essere l’unico essere momentaneamente di sembianze molto femminili che non ha come foto profilo un tramonto.

Eccoli i primi messaggi che arrivano! Che emozione.

Cerebrus, immagine profilo un tramonto, scrive:

“Buonasera! Quando è che ci sposiamo?”

Carina.

“Beh direi a giugno è un ottimo periodo!”

“Eeeh. Sei veramente stupenda.”

“Allora come procede il tuo sabato a parte organizzare il nostro matrimonio?”

“Sto guardando la tv e tu che fai?”

“Beh per ora mi sono centrata su di te”

“Okay…” faccina tutta rossa

Conversazione finita… e qui la domanda: dove cazzo ho sbagliato l’approccio? Boh… evidentemente devo cambiare tattica.

Capricorne, immagine del profilo segno zodiacale, scrive:

“Hola!”

“Azz due capricorno ci si piglia a manate ahah”

“Non è vero”

Finita la conversazione… cioè ma stiamo scherzando?


Krull, 30 anni, immagine del profilo tramonto o alba, non saprei dire.

Lei: “Ciao! Piacere sono V.”

Madonna che palle.

“Krull per cosa sta?”, mi sento molto l’uomo della situazione.

“È un metodo per strumenti musicali, simpatico e complicato. Sono una musicista e tu come sbarchi il lunario?”

“Come sbarco il lunario è un segreto che si ti dicessi dovrei ucciderti”

“Interessante… Nell’assolutezza più compiuta o nell’assolutezza più complessa… Scelga lei insomma! Immagino tu voglia vedere chi diamine hai davanti”

Mmm di sto messaggio non ho capito un cazzo. Mi arrivano due foto… carina.

“Comunque sei provvista di whatsapp?”

Io: “Secondo te sono provvista di whatsapp?”

“Immagino di si, quindi quali sono i numeri vincenti sulla ruota di questa città?”

Per farla breve le do il numero e questa mi vuole per forza video chiamare perché non possiamo uscire. È un po’ intimo ma vabbè, tanto che c’ho da fare…

Quando la vedo noto che è vestita con la stessa noncuranza di tre quarti delle lesbiche, non brutta, un bel sorriso, capelli mal sistemati. Le telecamere frontali dei nuovi Iphone forse funzionano troppo bene.

Quando mi vede fa un’espressione del tipo oh mio dio allora non sei un fake. È nervosa comincia a parlare senza sosta. Io la ascolto e spero di non aver avuto né un’espressione delusa né strana perché non era per nulla carina come in foto.

Ora so cosa prova un ragazzo che esce con una ragazza che ha visto solo su instagram e si trova davanti la gemella brutta. In queste occasioni forse si dovrebbe fare un corso di recitazione per celare il dispiacere in maniera convincente.  

Le faccio un complimento e si imbarazza, parliamo un po’ e poi le dico che devo andare, lei mi saluta dicendo che probabilmente non mi avrebbe più sentito perché una ragazza bella come me non fa per lei, io sorrido e mi metto a ridere.

Ha ragione Victor nel decalogo dello stocazzamento: le tue insicurezze, nascondile.

Mi sa che non la sentirò più o dovrò trovare scuse che non urtino la sua sensibilità.

Ad ogni modo penso che abbia percepito qualcosa di strano in me, anche se io alla domanda: “Sei lesbica?”, ho sempre risposto di essere biadesiva.


Ice girl, 24 anni 1.60, 55 kg foto profilo una rosa di ghiaccio.

Non ne posso più di queste immagini, altro che chat, sembra di essere in pinterest qui.

Lei: “Ciao”

Uccidetemi.

Io: “Ice girl, singolare nickname”

“Volevo essere originale comunque piacere R.”

Originale?  BHUAHAHAHAH

“Eh io invece sono stata del tutto poco originale, da dove scrivi?”

“Roma tu?”

“Firenze, bona dietro l’angolo ahah”

“Mi diceva 22 km.. sei contro le relazioni a distanza? Ovviamente a nessuno fa piacere, ma alla fine non è poi tanta.”

“Diciamo che sono stata pessima nelle relazioni a distanza, ma non ti ho nemmeno visto e stiamo già parlando di relazioni? Io non mi sento molto il tipo da relazione”

“Ah quindi non sei per nulla di serio. Come mai se posso?”

Ma questa che problemi ha?

“Assolutamente nulla di serio! Comunque non so darti una risposta sensata alla tua domanda però apprezza la sincerità”

“Immagino che tu sia bisex”

“Yes”

“Fai bene ad essere sincera, però parti prevenuta e se ti presenti così ti elimini delle opportunità. Dovresti provare a cercare senza metterti dei paletti e se va male essere sincera e dirlo. Partire così è un freno per te e per l’altra persona non credi?”

Eccoci il tipico esemplare della ragazza psicologa… che siccome non la pensa come te cerca di indagare che problemi hai… noi donne diamo veramente il peggio di noi a volte.

“Parto sincera, così nessuno ci rimane male visto noi donne siamo suscettibili al riguardo”

“Sì hai ragione, è che poi sostanzialmente non ti lasci alternative, ti troverai sempre gente che vuole qualcosa di poco serio in questo modo. Invece essere aperta può portare a qualcosa di importante”

Il martello di Thor schiaccia i coglioni che non ho.

“Sei carina a preoccuparti, dimmi un po’ fai la psicologa?”

“Era un consiglio spassionato. Ahahha no non faccio la psicologa tu che fai?”

“Solite cose, tipo studio eccetera. Ho visto sulla tua descrizione che cerchi ragazze dall’aspetto femminile… terrorizzata dalle donne-uomo?”

“Sì troppo sono ancora bisex, se cerco virilità la cerco negli uomini non nelle donne”

“Beh qui la situa è complicata! Comunque tu hai due foto: una rosa di ghiaccio e un manga… sei una persona reale?”

“Non è un manga ma un fumetto coreano, leggo un sacco di cose bla bla bla”

“Ma quindi devo continuare a parlare con un fumetto coreano?”

“Che sport fai?”

“Ahahah bellina! Domanda evitata parte 1”

Primo slalom ahahh.. Dai prima fatti conoscere: Comunque tu alla fine non vuoi nulla di serio a tuo dire e… io invece sì! Hai creato una barriera.”

“E allora che ci fai qui a messaggiare con me?”

“Se vuoi smetto… e poi piangi?”

“Mi fai tenerezza”

“Dai che sport fai?”

“Ma ti vergogni a mandarmi le foto? Non sono mica una persona superficiale!”

“No.. non sono dichiarata e non mi piace mandare foto a destra e a manca alla prima che scrive. Preferisco conoscere. Per esempio so che con te non posso avere quello che cerco, quindi… dammi un buon motivo per farmi vedere”

“Ma sei fidanzata che hai le foto così top secret?”

“No no, ho avuto una storia con un ragazzo e poi una ragazza tutto in segreto”

“Omertàààààààà!! ahah Sei single da molto che vuoi una storia seria? Eheh vabbè qui un sacco di ragazze cercano storie serie quindi qualcuna trovi”

“Sì ma te sei la più carina”

“Eh ma non si può avere tutto! E poi ti lamenti tu che non hai nemmeno la foto?”

“Beh posso non piacere ma non sono inguardabile, qui sembrano uomini”

“Beh già qualcosa che accontento i tuoi canoni estetici”

“Fai troppo la convinta, sei difficile”

“Ice girl fai te la difficile non io”

“Sei un po’ una testa di cazzo ahahaha”

Così per mezz’ora. Alla fine mi sono rotta le palle e ho smesso di risponderle. Non so se nel mondo lesbo questo approccio possa funzionare, ma nel mondo etero questa non vedrà un cazzo per molto tempo con questo spirito.

Sono molto stufa di messaggiare con le donne, non immaginavo fossero così noiose. Quelle carine in più se la tirano perché sono poche.

Scorro ancora la chat e noto Mary, 3 foto normali… mi piace!

Io: “Eccola!!”

Patetico, mi scuso nuovamente.. zero idee, la noia di questa chat mi ha prosciugato lo spirito… Victor devi darmi qualche ripetizione.

“Ciao”, mi risponde.

Di due non se ne fa una.

“Prima di vedere te pensavo di essermi sbagliata e di aver scaricato tinder”

“Ahahah Oddio io qualche ragazza la vedo, su, penso che a te piacciano femminili?”

“Direi che visto sto scrivendo a te sei molto perspicace! Non dirmi che a te piacciono mascoline perché se no ho fallito l’approccio”

“Ahahah dipende dalla persona non dall’aspetto”

“Siccome ti ho fatto ridere ho guadagnato un po’ di punti! Comunque sono certa di piacerti tantissimo ahhaah!”

“Ahahaha dai magari si! Ma davvero sei alta 1.58?”

“Fai la preziosa?? Eh sì… perché qualcosa da dire dal tuo 1.60? eheh”

“È un sogno!!! Allora ti amo!”

“Cazzo potevi dirmelo così al primo messaggio specificavo subito l’altezza e mi cagavi prima!”

“Che scema, comunque sì qui dentro è un po’ una tragedia.”

“Sì, il mio sogno erotico era la scena del cigno nero tra mila kunis e natalie portman, ma è andato in frantumi. Quindi che ci fai qui dentro bellina, bisex?”

“No no io amo le donne, gli uomini provati e abbandonati, non mi si addicono affatto”

“Ahah che idola… Senti io ti do il mio contatto fb, so che non puoi resistere alla mia simpatia quindi ci si risente in una chat più decente di questa direi”

“Ahah ok appena lo rimetto ti chiedo l’amicizia perdonami ma lo tolsi per via della mia ex e ora ho da rifarlo”

“No che dici? Lesbo dramma! Mmm allora toccherà chiederti sfacciatamente il numero! Non te la tirare solo perché sei due cm più alta di me, male male mi blocchi!”

“Ahahhahah il numero mi pare un po’ presto dai ahahah non pensi di correre un po’ troppo ahaha sei simpatica comunque mi fai troppo ridere”

“Hai ragione se no ti faccio subito innamorare..! Quindi bisogna avere una conversazione da convenevoli prima? Ok mi ci impegno. Ciao Mary di dove sei?”

“Pisa.. comunque dai 39xxxxxxxx”

VITTORIA PER I MASSIMIII!! Ora gli Dei della Chiesa Victoriana possono stare in pace con i giusti sogni erotici.

Non so se queste chat avranno ulteriori sviluppi, ma una cosa di sicuro la voglio fare subito: uomini, mi scuso a nome di tutte le donne se possiamo essere così noiose. Vi giuro, non siamo tutte così. Io al posto vostro, all’idea di aver a che fare con conversazioni del genere per tutta la vita mi sarei già arresa, questo eccesso di estrogeni mi ha quasi ucciso… ma voi non arrendetevi… Mi raccomando non arrendetevi! Ciao Victorini :)

[Jingle di chiusura:]

La storia t’è piaciuta?
T’ha fatto cagare?
Poco male, tanto la potrai votare!

[/Jingle di chiusura]

Illustrazione 1 del Decamerone Cazzone: Gambine Secche

busta150

La Posta del Pene

Una mail al giorno, dal lunedì al venerdì, per allietare le tue pause al cesso.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Potrebbero interessarti anche...

Spargi il seme di Victor!
Send this to a friend
Oh, ho trovato questa cosa da farti leggere: Decamerone Cazzone ep. 1: Lesbo Dramma! Questo è il link: https://storiedelcazzo.com/decamerone-cazzone-ep-1-lesbo-dramma/