La storia di Favalonga Pirillonzi e delle due Victorine

Ho creato il gruppo più bello d'Italia e sono ufficialmente commosso.

Questa è la storia di come Favalonga Pirillonzi ha deciso di erigere una statua d’oro a mia immagine e somiglianza in segno di eterna gratitudine per essere uscito – grazie al blog – non con una, ma con ben due victorine.

 

Lascia che questa storia a quattro mani allieti la tua prossima pausa al cesso! Il victorino Favalonga ha scritto in nero, la victorina Lilisgrinfia ha commentato in verde, e io li ho presi per il culo entrambi con le Gif.

Buona lettura!

 

In un caldo martedì di agosto, in uno di quei giorni in cui ti chiedi perché diavolo stai lavorando invece di essere con le palle a mollo al mare, mi arriva un messaggio del tutto inaspettato:

 

Rileggo due volte per essere sicuro e pare, se ho capito bene, che ci sono due ragazze in arrivo per una vacanza in una ridente cittadina marittima il cui nome non verrà palesato, che seguono Storie del Cazzo e che han voglia di uscire e far festa.

Piacere mio, Favalonga

 

Sì, mi rendo conto che il mio messaggio sia come minimo un po’ inquietante, ma trovare qualcosa da fare di martedì sembra davvero un’impresa irrealizzabile e io non voglio passare la mia prima sera in vacanza chiusa in casa a mangiare pizza d’asporto e guardare programmi squallidi su Real Time…

 

Nonostante sono abbastanza convinto sia un Troll del Proprietario di Victor rispondo e le invito ad uscire, nella peggiore delle ipotesi avrei passato la serata col PdV e Brodino oppure Bro. Non sembrandomi poi così male decido quindi di invitarle nell’unico posto dove c’è un po’ di vita il martedì sera: un bar molto carino che si trova su una terrazza con il mare a 3 metri.

 

Ti assicuro che la serata ti sarebbe piaciuta di meno

 

“Tu lo sai che questo sta pensando di aver accumulato così tanti punti karma da star venendo ripagato con un threesome piovuto dal cielo, vero?”, mi chiede Freyja.

Rileggo il mio messaggio, in effetti persino il Papa ne trarrebbe una simile conclusione.

Ora, Freyja ed io abbiamo sdoganato pressoché qualunque cosa nei nostri anni di amicizia, e ci è capitato di scopare una di fianco all’altra, ma sempre con persone diverse. Il threesome insieme è stato invece categoricamente proibito nel nostro decalogo dell’amicizia, perché – oltre alla buona dose di disagio che ci causerebbe – finirebbe che ci sentiremmo in competizione e litigheremmo per una ragione esageratamente stupida.

Mi domando allora come fare ad abbassare le aspettative del malcapitato fin da principio e –  visto che scrivergli “DISCLAIMER: QUESTA NON È UNA PROPOSTA DI COSA A TRE” mi farebbe sembrare ancora più psicopatica di quanto non abbia già fatto contattandolo dal nulla – mi limito a dirgli di portare anche i suoi amici.

 

Poco dopo nasce il primo problema: mi chiede di portarle fuori con i miei amici, immagino per avere una maggior scelta per scegliere un manzo con cui flirtare (Povere illuse, non conoscono i miei amici).
Purtroppo sono tutti fuori città per ferie e nonostante io abbia millantato la possibilità di quagliare un qualche cosa quelli rimasti in città non ne vogliono sapere di portare il loro culo in centro in un giorno feriale.

Tutti tranne uno: Brocchio che per quanto sia un ottimo amico non è esattamente la spalla giusta per questo tipo di occasioni. Non ha una ragazza da 15 anni, ha vissuto sul pc per almeno 10 e inizia ad essere socievole giusto un bicchiere prima del coma etilico.

Fatto sta che ore 22.30 arrivano puntuali al luogo del ritrovo, loro, Brocchio invece mi avvisa che è in ritardo e arriverà.

Sono entrambe delle belle ragazze e Lilisgrinfia, con cui mi ero sentito, è decisamente il mio tipo: fisico supertonico, slanciata, viso dolce, gran culo.

 

(“Viso dolce” è un eufemismo per dire che sembro una bambina ancora più di quanto tristemente già non lo sia, sì)

Ora, io e Freyja abbiamo fisici e gusti  molto diversi, quindi tendenzialmente non piacciamo, né ci piacciono mai le stesse persone, il che è l’unica cosa che ci permette di essere amiche senza scazzare ogni sabato sera. C’è sempre però un remoto timore che, prima o poi, ci capiti un ragazzo che piace ad una delle due, ma che è attratto dall’altra e, appena vediamo Favalonga Pirillonzi, questo presentimento si fa  sentire: lui è bello, abbronzato, il classico ragazzo mediterraneo che poco ha a che vedere con i “vichinghi” che piacciono ad Freyja… Ma i suoi occhi cadono in tempo zero sulle tette di lei (comprensibile, anche a me succede ogni volta che la saluto).

Io e Freyja ci lanciamo uno sguardo per accertarci sulle nostre reciproche intenzioni,  almeno a conferma del fatto che anche quella sera non sarebbe scoppiata una lite fra noi due, mal che vada saremmo andati tutti in bianco.

 

Entriamo nel locale e dopo i primi convenevoli inizio a fare la cosa che a noi del nord est riesce estremamente bene: bere come se non ci fosse un domani. Entrambe tengono un buon ritmo e nella prima ora ci scoliamo rispettivamente 3 cocktail a testa.

Si parla del viaggio che hanno in programma, di storie del cazzo, e delle 4 cose che dovrebbero fare in questa breve permanenza nella ridente cittadina e del fatto che hanno rispettivamente 7 e 8 anni meno di me.

Non ero mai uscito con due ragazze così piccole. Queste due però leggono storie del cazzo, viaggiano e sono evidentemente un po’ più spigliate delle loro coetanee e la conversazione scorre fluida.

 

Non è vero ahaha

Ogni tanto Favalonga Pirillonzi dà segni di non essere completamente a suo agio ed entrambe percepiamo questa cosa, chiedendoci se sia per la distanza d’età o se stia cercando un modo di realizzare il threesome. Visto che il presunto amico non compare, temiamo che la risposta corretta sia la seconda. Ci diamo conferma del fatto che anche questa sera non avremmo rotto il patto e decidiamo che, se non lo capirà da solo, si beccherà un due di picche. Noi ci abbiamo provato.

(Sì, Favalonga Pirillonzi, tutte queste conversazioni sono avvenute silenziosamente e di fronte a te attraverso semplici sguardi, nel caso ti stessi interrogando a riguardo ahaha)

Ecco il sofisticato incrocio di sguardi tra Freyja e Lilisgrinfia

 

Con un ora di ritardo si presenta il mio amico che per farsi perdonare ci va a prendere una caraffa di mojito, con i miei soldi.

 

Sia messo a verbale che a me non piace per niente che mi venga pagato da bere e che la caraffa mi sono offerta di prenderla io, così come ogni altro drink ordinato.

 

Finiamo la caraffa e non paghi sono ragionevolmente sicuro che ci siamo presi ancora un giro di qualche cosa.

A quel punto, il dovere civico da bravi Victorini/e ci impone la foto di rito, cosi andiamo al volo a casa mia, prendo la rivista e facciamo la foto.

La foto originale di Favalonga, Freyja e Lilisgrinfia con la rivista di SdC è stata rimossa e sostituita con questa foto di due vichinghe che stanno per inglobare un ragazzino nelle loro enormi vagine.

Lascio la rivista alle ragazze sapendo che non la rivedrò mai più ma, nonostante non le conosca ancora  bene, penso sia più giusto che la abbiano loro che il sottoscritto.

 

In quel momento io invece ero sicura che l’avrei restituita, tant’è che la rivista è stata trattata con le pinze per tutto il tempo, pronta a tornare come nuova dal suo originale proprietario.

 

Dopo la foto, ho un lampo di genio (o di follia?!) e torno a casa a prendere 4 teli da mare…le porto a fare il bagno di notte. (si, qui andare al mare si dice andare al bagno)

 

Neanche a farlo apposta, durante il viaggio di andata io avevo proposto a Freyja di andare a fare il bagno di notte e lei mi aveva tassativamente vietato di farlo quella sera.

Io ho chiaro in testa questo ricordo, ma ormai sono ubriaca e mi sembra assolutamente ragionevole ignorarlo.

So che Freyja mi ucciderà, se non voglio essere una buona amica almeno dovrei agire per istinto di sopravvivenza.

Decido di ignorare sia la mia coscienza che il mio buon senso.

 

Beviamo uno shottino per avere la mente più lucida e mi metto alla guida dell’auto di Freyja.
Parte la musica e qui spendo una nota di merito, una compilation di truzzate degli Eiffel 65, Gigi D’Agostino e Gabry Ponte.

Chiedono:  “Ma le conoscete anche voi?”

Le prenderei a schiaffi ma sto guidando: “ehm, noi ci siamo cresciuti con questa roba, ho ancora i cd originali di 15 anni fa”

 

Sia chiaro, so benissimo che Favalonga Pirillonzi è molto più vicino, cronologicamente parlando, di me alla musica dance. Il mio era un dubbio geografico, non sapevo quanta risonanza avessero effettivamente avuto questi nomi fuori dalla nostra ridente regione.

 

Per le 2:00 arriviamo alla zona dove noi della ridente cittadina andiamo al mare.

Visto che abbiamo bevuto poco, andiamo a bere altri due shots che credo siano i migliori mai bevuti della mia vita, di solito a queste ore si beve qualcosa di molto simile al petrolio da queste parti.

 

Favalonga Pirillonzi a questo punto è talmente ubriaco che mi lascia pagare, gioisco della mia piccola vittoria.

 

Attraversiamo la strada, rimaniamo tutti in intimo e ci si caccia in acqua che, rispetto ad una settimana prima in cui sembrava un brodo, è abbastanza fresca.

Ecco Favalonga Pirillonzi che affronta l’acqua come un vero uomo.

Lilisgrinfia non fa nemmeno in tempo ad entrare in acqua che come un folpo la prendo in braccio e comincio a portarla in giro (scoprirò successivamente che ha fatto nuoto agonistico fino all’altro ieri e che avrebbe potuto tenermi lei in braccio).

 

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA ESAGERATO!

 

Nuotiamo qualche minuto, poi tornando a riva ci avviciniamo nuovamente, questa volta molto vicini e ci baciamo.
Rimaniamo li un po’ a limonare duro, ma poi decidiamo di uscire perché Brocchio ed Freyja erano da 5 minuti fuori ad aspettarci… in silenzio.

Qui inizio a maledire la mia spalla in quest’avventura.

 

No dai, sono quasi sicura di aver captato un’avvincente discussione sul meteo! Ora ho la certezza che Freyja mi ucciderà.

 

Usciamo dall’acqua e ci rivestiamo per evitare l’ipotermia. Ormai sono carico e voglio concludere alla grande questa serata, così decidiamo di proseguire a casa di Lilisgrinfia, che ha un appartamento di famiglia a 20 minuti d’auto da dove eravamo. Mi rimetto alla guida pregando che non ci sia la polizia per strada perché semmai dovessero fermarmi potevo direttamente consegnargli patente, portafoglio, chiavi di casa, vestiti e anche i boxer ancora fradici.

Ore 3:30 arriviamo a casa sua.
Ore 3:30 e un centesimo di secondo, realizzo che non ho i preservativi con me. Inizia una sfilza di imprecazioni.
Ore 3:35 finisco i nomi dei santi che conosco e inizio con gli animali.

Ore 3:36 rientro nella conversazione e scopro di avere in mano un bicchiere di hugo fatto con tanto amore da Lilisgrinfia.

Chiaccheriamo ancor un po’ ma a questo punto i ricordi sono estremamente confusi, ricordo solo  con che ad un certo punto vedo delineare una situazione in cui a me toccherebbe dormire con il mio amico e loro due in un altro letto.
Sono le 4, domani ho un appuntamento di lavoro 8.30 e decido che non avrei passato la notte in letto con Brocchio che notoriamente russa come un trattore.

A malincuore decido di chiamare un taxi che riporti me e il mio amico a casa.

Lilisgrinfia con una scusa ci separa e mi porta in un altro appartamento (ma quanti cazzo di appartamenti ha questa?!?)

“Perché hai chiamato un taxi?” chiede lei

“mi sembrava che la situazione si stava incastrando e preferisco dormire a casa che con Brocchio” rispondo

“non ti avrei fatto dormire con Brocchio” sorride

“ah.” internamente piango

“… e quanto ci mette il taxi?” incalza

“25-30 minuti, è partito ora dalla ridente cittadina” sarebbero 20 ma ormai capisco dove vuole andare a parare e decido arbitrariamente di aumentare le probabilità che alle 4 di mattina possa esserci del traffico.

 

A me comunque hai detto “35”, nel dubbio (;

 

“ce la facciamo?” sorride nuovamente

“ci proverò, ma ahime sono senza condom” una lacrima solca il mio viso

“ah io non lo faccio mai senza” dispiaciuta anche lei, ma non sembra scoraggiata

“brava, 100 punti grifondoro! Nemmeno io faccio senza”

“pero possiamo fare qualcos’altro” e con la mano mi afferra….ehm io non ho un nome per il mio pene, è un problema PdV?

Cosi ci diamo piacere a vicenda rispettando i 25 minuti del taxi.

Sia messo a referto che mi ha fatto uno dei migliori pompini che io abbia mai ricevuto.

 

Di questa frase probabilmente stamperò una gigantografia da guardare nei momenti di sconforto più grande.

 

Scendiamo e troviamo Freyja che dorme mentre il mio amico manca all’appello.

Sospiro pensando che Brocchio non scoperà mai.

Saluto Lilisgrinfia e raggiungo Brocchio in strada, saltiamo sul taxi e ci dirigiamo verso casa. Al momento di pagare Brocchio scopre di non avere soldi e cosi sono altri 35 euro.

Ore 4.45 sono in letto con la sveglia 3 ore più tardi.

 

Io il giorno dopo mi sveglio con un enorme succhiotto sul collo, cosa che non mi succedeva da quando avevo 16 anni, causando un’irrefrenabile voglia di prendermi per il culo da parte di Freyja.

Ma ne è valsa la pena.

 

Lilisgrinfia il giorno dopo mi ricorda che ho lasciato i teli da mare da lei e dovremo rivederci.

Brava victorina! Così si fa.


Succederà una settimana più tardi al ritorno dalla loro escursione all’estero dove scopro che han scopato più loro in 3 giorni che io in 3 mesi (e io sono uno piuttosto attivo).

Ci rivediamo in città, ma lei si è “dimenticata” i teli a casa sua, cosi dopo 2 bicchieri andiamo di nuovo da lei, ma questa volta prendo la mia macchina. Una volta arrivati abbandoniamo Freyja senza nemmeno inventarci una scusa e completiamo quello che non eravamo riusciti a fare la volta prima.

A letto Lilisgrinfia ha l’energia di un’amazzone, faccio seriamente difficoltà a starle dietro. Mi graffia, urla, si dimena.

Come Nesta quando a 35 anni si trovò a dover marcare Messi, all’epoca 25 anni, cerco di sfruttare tutta la mia esperienza da uomo vissuto per tener botta a questa furia.

 

 

Ad onor del vero, non sono sempre la versione bionda di Xena, ma Favalonga Pirillonzi è così bravo che l’idea di trattenermi anche solo in minima parte non è nemmeno lontanamente immaginabile, né tanto meno auspicabile da parte mia.

Ad un certo punto in effetti  mi viene il timore che ad uno dei due possa venire un infarto, ma l’unica conclusione che mi sembra deducibile è che, in fondo, di tutti i modi per morire, scopando non possa che essere la soluzione migliore.

 

Finisco sfinito e completamente sudato.

Vado a farmi una rapida doccia fredda, riprendo fiato e chiaccheriamo in ordine sparso dei seguenti argomenti:
– del threesome mancato (si, in fondo al cuore un po’ ci speravo);
– se dopo tutti i manzi stranieri con cui si era divertita avevo tenuto alto l’onore dei Victorini (pare di si);

 

Dannazione, si.


– un mio complimento sul suo fisico allenato che si trasforma in un’arrampicata sugli specchi degna di nota;

 

“Hai proprio un bel fisico, ma sei giovane, quindi vedi di non perderlo con gli anni” mi dice lui

È un complimento? Sembra più una minaccia, o una predizione di una triste sorte.

“Sì, beh… ho fatto nuoto per tanti anni, mi è venuto un fisico molto androgino in realtà” rispondo io, con l’imbarazzo che mi invade di fronte ad ogni qualsivoglia forma di lusinga.

“Eh ho visto, hai delle spalle molto mascoline, mentre scopavamo guardavo i muscoli della tua schiena!”

A questo punto pure a Pechino hanno sentito quel poco che è rimasto della mia autostima cadere e sfracellarsi al suolo.

“Ma è un complimento!” aggiunge, dopo aver visto la disperazione nei miei occhi.

 

Dopo una mezz’oretta decide di mandarmi a casa.

La saluto e ci diamo appuntamento a Firenze per il raduno dei fan di Victor!

[Nota del Proprietario di Victor: la festa c’è davvero, il 30 settembre. Tutte le info arriveranno a chi è nel Piccolo Club di Victor]

Nel frattempo io torno in camera da Freyja, che trovo sdraiata a letto ad ascoltare musica dal cellulare.

“E questa musica?” chiedo sovrappensiero

“Lili, stavo disperatamente cercando di coprire le tue urla, ti hanno sentita scopare in un raggio di 20 km. Ma quante volte sei venuta?”

Che bella cosa, questo blog.

La mia reazione quando ho letto questo pezzo


Non voglio aggiungere niente a questa storia. Sono super commosso e stasera brinderò a Favalonga Pirillonzi, a Lilisgrinfia e a Freya, che s’è dovuta mettere le cuffie nelle orecchie per non sentire quegli altri due infoiati che scopavano.

Tu che l’hai letta, se c’hai voglia lascia un commento a questa meravigliosa coppietta, o un commento di solidarietà a Freyja!

Lascia un Commento

49 Commenti su "La storia di Favalonga Pirillonzi e delle due Victorine"

 
Biondina

Macché solidarietà, Freya doveva entrare in camera e fare il 3some!!! :-D

Favalonga

Ma dimmi te se ora devo commentare con questo pseudonimo. Cmq si Biondina, avrebbe dovuto.

Lilisgrinfia

Stai buono, che in due sarebbe finita che avremmo dovuto davvero rianimarti 😘

Favalonga

Sto buono e non mi lamento.

Eudes-Conrad

Tanto di cappella. Fidati, se ti fossi ritrovato con il PDV, Brodino e me, sarebbe stata molto peggio. Ma te ne renderai conto, forse, il 30.

Brodino Vegetale

Sante parole, tanto lo so che io passerò la serata accanto a te a bere e limonare tra noi con Saymyname he mi controlla da vicino

Say my name

Si..certo..ora sono io che controllo te.. ma cammina! Dopo questa affermazione mi farò i cazzi miei 😉

Mr. Orange

Comunque mi aspettavo anche io un colpo di scena finale con ingresso di Freya e threesome… peccato Favalonga, peccato!

Nick

Bello. Tutto bellissimo. Niente da aggiungere. Ce ne vorrebbero altre mille di storie così. “Ma ci arriveremo, cazzari, ci arriveremo.”

Fella

Io direi di brindare anche al povero brocchio, che pure oggi non scopa neanche domani. :(

quellosenzaspotify

Una prece per Brocchio

quellosenzaspotify

Povera Freya, un po’ mi dispiace per lei è contrariamente agli altri commenti non pensavo ad un 3some,le premesse erano chiare.

Anyway,grandi ragazzi, e grande Favalonga per aver tenuto ALTO il buon nome di SdC .

WE CAMPIONE

Grandissimi !!!cosi si fa!!!!

Brodino Vegetale

Bella storia, bravo.. unica cosa che non ho gradito è stato il paragone coi calciatori perché non seguo ne ho mai seguito il calcio 😂
Ci vediamo il 30, io sarò quello sbronzo che sfotte PdV insieme a Coinqui e Bro

Dia.hane

Ma sto gruppo ndo sta?

Dia.hane

Quello super segreto di storie del cazzo dove pipate tutti

Vagiullo

Guarda, è semplice: devi inviare la prova fedeltà a PdV.
Scegli tu, quello che vuoi, e ti sarà concesso di accedervi (sempre che lui apprezzi)!

flalalá

90 minuti di applausi per questa storia!

Panda

Beh, sono sicuro che alla prossima riunione di condominio, come minimo Lilisgrinfia sarà eletta Amministrattrice ad Honorem.

Onore a Freyja che, in nome di una santa amicizia, ha scelto di usare le cuffie invece che un paio di pinze ed una buona saldatrice.

Una caipiroska pagata a Favalonga, che ha tenuto botta senza arrivare alla lista d’attesa per il by-pass!!!

E un applauso al vero eroe della serata, l’Uomo che tutti vorremmo con noi, in serate come queste: Mr. “I’m The Man” Broooocchiooo.

Chiuderei con quel che disse Keira Knightley in “Pirati dei Caraibi – Ai confini del mondo”:

“Signori… SU LE BANDIERE!!!”

La Natural del cazzo

Sono commossa, è la storia più bella che abbia mai letto: ubriachezza molesta, sesso sfrenato e amicizia!
Il miglior happy end!
L’unico punto che mi ha lasciato col fiato sospeso è BROCCHIO, non può finire così!!!
Mi aspetto a breve una storia in cui anche lui copuli senza freni e senza remore vi prego!

Say my name

Magari è frocio e non ha avuto il coraggio di dirlo agli amici e in realtà scopa più di tutti loro.. chi lo sa!

Favalonga

Fidati, no.

La Natural del cazzo

Voglio un happy anche per brocchiooo.
Credo che fonderò un partito con il motto più figa per Brocchio!!!

FataMorgana

Penso che quella del ménage à trois ( molto più chic di threesome ! ) sia un’esperienza che tutti almeno una volta nella vita dovrebbero provare!
Siete ancora in tempo…

Detto questo…la storia del raduno dei Victorini è nata mesi or sono su proposta, se non ricordo male, di @BrodinoVegetale…ed io e quell’altra pazza di VenereFolle siamo state le prime sostenitrici!!!
Quindi…benchè io non faccia parte del gruppo super segreto su FB, perchè saggiamente sprovvista di profilo…, gradirei essere invitata Ad Honorem

VenereFolle

il dramma é che io il 30 settembre ho un impegno improrogabile! piango da giorni…

FataMorgana

nuoooo!!Dai!!Volevo conoscerti… :(

VenereFolle

anche io tutti voiiiiiii… 😭😭😭

I Am Too Old For This Shit

FataMorgana
vedrai che quando PdV diventerà presidente del mondo farà una legge Ad Hoc sul ménage à trois.
Tipo: “propedeutico per il raggiungimento della maggiore età”

kubriktiguarda

Victor, ma tu lo conosci Victor Ziegler?

FataMorgana

Stai immaginando una festa su quel….”tono”?? :):):)
Bellissimo film…anche se, come sempre, meglio leggere prima il libro…tutta un’altra cosa.

crapuleuse

Brocchio é un personaggio che ti resta nel cuore: Si merita il ménage à trois più di tutti

Becca

Che storia commovente, solidarietà a Freyja

Victorina neonata

Totale stima per Lilisgrinfia e Favalonga, una storia di “sana strategia”! 😅
PS: Freyja sei una vera amica, tante l’avrebbero fermata per l’assurda regola (inventata sul momento) del “se non concludo io non puoi neanche tu”

Victorina neonata

Aaaa! Volevo scriverla con la mia email vera… Ho deciso che mi tingerò i capelli perché non posso andare avanti così

Victorina neonata

Totale stima per Lilisgrinfia e Favalonga, una storia di “sana strategia”! 😅
PS: Freyja sei una vera amica, tante l’avrebbero fermata per l’assurda regola (inventata sul momento) del “se non concludo io non puoi neanche tu”

marcosx

Domandone impertinente: come si chiama il Gruppo Facebook dei fan di Victor?
Sono già iscritto alla mailing list e ho il like alla pagina fb

marcosx

E poi dice trovi le gif? Fanno morì! XD

wpDiscuz