[Guida definitiva del Glande d’Oro] Quanto deve spendere l’omo per fare un regalo alla sua donna?

soldi_bionda

Timide cazzuole innamorate, oggi parliamo di soldi e di figa.

Questo è un post assolutamente serio, da leggersi con carta, penna e – mi raccomando – calcolatrice scientifica.

È dedicato a tutti i Victorini che hanno un rapporto di coppia più o meno stabile.

Questo post non piacerà alle gold digger, alle femministe e alle tipine che amano farsi viziare dagli uomini con cui escono.

Quindi probabilmente non piacerà a nessuna donna.

Se sei un uomo invece, ti fornirà un comodo scudo anti gold digger e una formula matematica (racchiusa in un file Excel) che ti aiuterà d’ora in avanti a stabilire con certezza quando è giusto fare un regalo ad una tipina con cui esci e quanto spendere.

Disclaimer: essendo questa una guida scientifica, prenderà in considerazione solo gli elementi effettivamente misurabili di un rapporto amoroso. Saranno pertanto esclusi i sentimenti, la chimica e tutte quelle cose frivole che interessano tanto alla femmina nella relazione con l’omo.

Ah, vale anche per le coppie gay.

Non vale invece per le coppie lesbo, perché non so come fare i conti in quel caso.

Ora capirai.

Prima però, una doverosa premessa.

Il fatto che questo post esca appena prima di San Valentino, ricorrenza in cui soldi e figa si ricongiungono, spesso davanti ad un risotto alla fragola, è un puro caso.

Io odio ‘sta festa di merda e per un buon motivo: sapevi che, in origine, la festa di San Valentino è stata creata dalla chiesa cattolica per sostituire la festa pagana dei lupercalia, che onorava il Dio Luperco, protettore delle pecorine?

Immagina un gruppo di ragazzi nella tua città, sbronzi come tegoli, tutti nudi, ricoperti di grasso e armati con frustini in pelle di capra che corrono in giro a caso, saltando, ridendo e colpendo benevolmente chiunque gli passi a tiro per aumentarne la fertilità.

STISHHHH

“Ahahah, fertilità +10! Tromba e sii felice e fai tanti bambini!”

“Ahia, Grazie!”

Capolavoro.

È chiaro ormai che San Valentino non faccia parte delle feste celebrate dal Victorianesimo, mentre i regali genuini e spontanei sono sempre ben accetti.

Essendo cresciuto in una famiglia che non festeggia nessuna festa comandata (niente natale, niente compleanno, niente di niente) mi è sempre stato detto: “un regalo lo fai col cuore quando ti senti di farlo, e può essere un qualsiasi giorno dell’anno.”

Bene. Bene. Insegnamento molto bello. I regali si fanno col cuore quando ti va e non quando te lo ricorda Facebook. Ma si sa anche che i sentimenti sono incontrollabili, altalenanti e fottutamente soggettivi, e quindi un uomo può esser portato ad usare il portafogli con la stessa leggerezza con cui usa il pene.

Di recente un figlio di papà di 19 anni m’ha detto: “Eh, sai com’è, ci esci un paio di volte, e poi ti chiede di andare a fare shopping, e se non le compri una bella borsa non ci esci più… le donne costano tanto!”

Un polletto insicuro che usa soldi non suoi per compensare una carenza di testosterone, ottenendo come effetto collaterale di abituare le ragazzette della sua età ad esser viziate oltre ciò che gli spetta, e ad avere una bassa stima dell’omo.

Io stesso, in un recente attacco di pollaggine acuta, ho speso 137 € per una cena e poi non ho trombato. E un uomo sa sempre esattamente quanto ha speso quando non tromba: quegli scontrini sono marchiati a fuoco nella sua psiche.

Quindi, visto che il pollo si annida dentro ognuno di noi, è giunto il momento di trovare delle regole definitive per capire quando ha senso investire su una tipina e soprattutto quanto.

Fine della doverosa premessa.


Ecco la domanda fondamentale di questo post: qual è il modo corretto di collegare la volubilità dei rapporti umani alla concretezza del denaro, per fare regali appropriati, generosi e meritati?

Una domanda molto seria

Uno potrebbe obiettare che questa non sia una domanda da porsi, perché le tipine normalmente la danno gratis e i soldi non c’entrano nulla col corteggiamento.

Il problema è che per il pollo che è in noi “normalmente” e “gratis” sono due concetti molto aleatori, quasi metafisici.

Uno può anche pensare che nel 2019 la dipendenza economica della donna dall’uomo sia un concetto vecchio e superato, che le donne non si aspettino che sia l’uomo ad offrire, che siano ormai emancipate ed orgogliosamente indipendenti, però poi si trova a fare i conti con…

…la realtà.

Il denaro è quindi un modo concreto per manifestare interesse in una relazione che stai coltivando (o che sta nascendo) ed è collegato tanto all’amore quanto al sesso, al cibo, a tutte le relazioni umane e a qualsiasi altro aspetto della vita. Non avere soldi ti protegge dalle gold digger, ma quando li hai… come li usi?

Nel rispondere alla questa domanda molto seria è nata la Guida Definitiva del Glande d’oro, che arrostirà il pollo che è in te e illuminerà il tuo glande d’immenso.

Iniziamo.

Le basi scientifiche della Guida del Glande d’Oro

Qualche tempo fa sulla Posta del Pene ho pubblicato questi dati statistici:


“Sapevi che l’atto sessuale, in media, dura 8 minuti?

La media delle penetrazioni del pene nella vagina è di trenta colpi al minuto, quindi un atto sessuale è composto da 240 penetrazioni.

Dato che la misura media del pene eretto è di 15 cm, ciò significa che durante un rapporto sessuale vengono introdotti 3600 cm, cioè 36 metri di cazzo.

È forse un caso che la statua di Mao in Cina sia alta proprio 36 metri? Io non credo.

Di solito le tipine fanno sesso (se hanno fortuna) 3 volte a settimana e, visto che un anno è composto da 52 settimane, questo significa che in totale ricevono 5.616 metri di pene all’anno, che possiamo arrotondare per eccesso a 6 km totali, cioè 1/2 km al mese.

Quindi, cara Victorina, se non hai raggiunto il kilometraggio corretto per quest’anno, fa ciò che è necessario per raggiungere lo standard previsto dalla scienza medica. 

PS.
Qualche km in più non fa male, la vagina non è una Panda! Quindi… al lavoro!”


Ci siamo fino a qui?

Bene.

Il problema di quest’analisi è che contiene un errore fondamentale: è molto inclusiva e si basa su una statistica che evidentemente comprende anche vecchi erotomani ottuagenari e invalidi in genere.

Perché io 30 colpi al minuto li do in un filmino in slow motion, oppure il giorno dopo che la gang di Arancia Meccanica mi ha preso a sprangate sulla schiena. Di solito, ecco, vado un pochino più veloce.

Tipo così.

Stringendo il range dai 18 ai 35 anni, possiamo accordarci su una ben più accettabile stima di 100 penetrazioni al minuto per una media di 18 minuti che, rifacendo tutti i calcoli… portano alla ben più aitante cifra di 42 km all’anno: la maratona della fava!

Ora ci siamo.

Dopo aver pubblicato questa analisi su faccialibro, una Victorina ha commentato:


Come ho fatto a non pensarla io ‘sta cosa?

Dato che l’amore è per sé intangibile e immisurabile, ma si manifesta concretamente nel sesso, è perfettamente logico usare i km di minchia come unità di misura del sentimento!

Quindi nulla… Gasato come un’arsella ho provato a fare dei conti col Via Michelin, ma l’ho trovato un po’ limitante e alla fine mi affidato ad una fonte più ufficiale: le tabelle di rimborso kilometrico dell’ACI.

Tramite le informazioni fornite dall’ente pubblico, è possibile creare una formula ufficiale che colleghi in modo inconfutabile i km di minchia ad un valore economico assolutamente oggettivo, permettendo così di misurare – forse per la prima volta nella storia – quando vale davvero l’amore all’interno di una relazione duratura dove sia presente almeno un pene (per questo le lesbiche sono escluse, sorry!)

Questo potrebbe cambiare le vite di milioni di uomini, ma la questione non è così semplice e si rischiano di commettere molti errori. Il primo problema fondamentale è che, per fare un parallelismo corretto, bisogna capire a quale modello di autovettura presente sul sito dell’ACI assomigli di più il cazzo.

Ci sono tutte le macchine, moto, SUV in commercio e fuori produzione in Italia
  • Insomma, un autotreno ti garberebbe, ma no.
  • Le moto hanno un’evidente assonanza col pene data dalle due ruote, dalla necessità del casco e dalla capacità di impennarsi, ma io da ragazzino ho cercato di trombare sul liberty e manca poco mi sono rotto un piede, quindi le ho escluse per rancori personali.
  • I SUV e le Supercar son ciò a cui tutti vorremmo associare il nostro pisello, ma se la media statistica globale dice che le trombate durano 8 minuti mi sa che ci dobbiamo ridimensionare.

Direi che tutti possiamo concordare che il veicolo perfetto sarebbe questo…

E’ una macchina vera che girava per Los Angeles.

… Ma nelle tabelle dell’ACI, purtroppo, non c’è.

Quindi, mi sono ritrovato a cercare su Google “cars that look like dick” per trovare il suo corrispettivo moderno, e ho trovato diversi siti con classifiche di macchine dalla forma fallica.

Alla fine della mia ricerca ho trovato lei: la Jaguar E Type. È perfetta.

La macchina più a forma di pene attualmente in commercio

Ecco svelata la formula infallibile del Glande d’Oro

Orbene, il rimborso chilometrico ACI per le Jaguar è tipo 1 € a chilometro.

Si deduce che una ragazza, chiamiamola Silvagina, che abbia preso 42 km di minchia nel 2018, meriterebbe come unico regalo una cena da 42 € in un ristorante con tre $$$ prenotato su Tripadvisor.

Un po’ poco, per una tipina che ha sopportato il tuo vendicatore calvo per l’equivalente di un’intera maratona, no?

E infatti questo conteggio sarebbe ingiusto, perché nelle tabelle ACI, quando si parla di mezzi ad uso promiscuo, esiste anche una cosa chiamata fringe benefit, ovvero un compenso accessorio che l’azienda dà ad un dipendente per incrementarne la produttività.

E quale uomo non desidera incrementare la produttività sessuale della propria partner?

Visto che di ragazze che sanno stare sopra per più di 3 minuti senza farsi venire un crampo al culo, o che in generale si adoperino per non darci la sensazione di scopare un boiler dell’acqua calda, ce ne sono ahimè davvero poche, il Victorianesimo è favorevole all’inserimento di questi benefit.

Il fringe benefit annuale per una Jaguar è pari a 3’715 €, calcolati su 15.000 km.

Facendo i conti, il valore per singolo km del fringe benefit è di 4 €.

Capisco che son troppi numeri e che il tuo livello di concentrazione stia calando, quindi per tenertela alta ecco per te la gif di un paio di tette giganti che saltellano:

Continuiamo.

Aggiungendo questi 4 €, Silvagina passa da una cena ad un più dignitoso weekend in una Spa a Montepulciano da 210 € preso con la Smartbox.

Ci sta, è già più onesto.

È una gita fuori porta che va bene per tutte le tasche e permette di celebrare in modo normale un anno di passione.

Qui però nasce un problema.

E se Silvagina volesse di più?

Se anziché un weekend fuori porta, volesse farsi dieci giorni in Thailandia, che va tanto di moda? Cosa può fare una donna per meritarsi investimenti più importanti da parte del suo uomo?

Semplicissimo.

Ci sono tre modi:

Può prendersela con l’ACI e contestare i rimborsi kilometrici troppo bassi.

Può adoperarsi in modo da prendere più minchia, sia come durata che come frequenza dei rapporti…

… Perché ‘sta cosa che dev’essere sempre l’uomo a prendere l’iniziativa mentre la tipa al massimo si fa manovrare tipo stendino della Foppapedretti non è molto sexy.

Foto dell’ultima tipina con cui sono finito a letto.

… Oppure può fare anche un’altra cosa.

Restando perfettamente fedeli sia al concetto della percorrenza annuale della fava che alle tabelle governative dell’ACI, si possono aggiungere in questo specifico caso altri due bonus, inesistenti nel mondo degli automezzi: il Contagiri della Pipa e un altro che forse ha un nome un po’ criptico e si chiama Dare il Culo.

Il Contagiri della Pipa prende in considerazione i km di percorrimento del glande, antecedenti all’atto sessuale, a mezzo di fellatio, che si possono meritatamente aggiungere al totale. Mentre Dare il Culo è un po’ difficile da descrivere, ma è quando la tua ragazza fa questa faccia:

Posso affermare, senza tema d’esser smentito, che per via del maggior impegno richiesto da parte di Silvagina per guadagnarsi i bonus, questi possano essere calcolati con dei valori kilometrici assai superiori a quelli della maratona della fava.

Ora, rimettermi a scrivere tutti i conteggi per ogni bonus sarebbe lungo e tedioso, quindi ho deciso di risolvere il problema dandoti direttamente accesso ad un file excel dove dovrai solo compilare i campi vuoti per scoprire esattamente quanto devi investire nel rapporto con la tua tipina.

Qui sotto troverai il file da scaricare e da aprire con Excel o con Google Sheet dove ti basterà inserire pochi dati fondamentali per avere un risultato matematico, scientifico, meritocratico e assolutamente corretto.

Ad esempio, se riesci a percorrere 42 km di fava, 18 km di Contagiri della Pipa e 9 km di anal con una tipina in un anno, indubbiamente la vostra relazione merita di essere celebrata con un volo A/R Milano-Bangkok, ci state larghi proprio.

Mentre un’amica che vedi tutte le settimane in modo assiduo per un anno, anche se la relazione è molto casual si merita assolutamente una gita fuori porta o qualche aperitivo/cena/teatro sparsi qua e là.

E per un primo appuntamento? Quanto è giusto spendere la prima volta che esci con una tipina che non hai mai visto prima?

Anche in questo caso, la Guida Definitiva del Glande d’Oro ha la risposta:

14 € è il costo a persona di un aperitivo easy praticamente in tutta Italia. Ed è normale che sia questa la cifra da mettere in un primo appuntamento. La cena è “troppo”, e poi se non vi garbate siete incastrati lì per due ore, non ha senso.

Ogni tua domanda sulla gestione psicologia del denaro e delle tipine troverà una risposta matematica e concreta in questo file Excel.

Che aspetti, scopri se sei in debito, in credito o se sei stato un Victorino saggio e giusto con le tue tipine:

Link al file Excel scaricabile e modificabile (è un link Dropbox):

https://www.dropbox.com/formula-glande-oro

Devi solo riempire le caselle sotto alle righe grigie e il calcolatore farà tutto il resto, fornendoti un numero giusto, benedetto da Victor e preciso al centesimo senza che tu debba fare il minimo sforzo, in modo semplicissimo, come dovrebbe essere ogni cosa in amore.

E poi dimmi che non ti voglio bene.

Comunque nulla…

Si potrebbero aggiungere tanti altri bonus, ma per ora restiamo asciutti.

Spero che la Guida del Glande d’Oro ponga definitivamente fine ai pigolii ingiustificati delle bionde che cercano di drenare soldi ai loro uomini per aperitivi immeritati e sfarzosi.

Che ponga fine anche alla tirchiaggine degli amanti che non riconoscono gli sforzi kilometrici e colossali degli orifizi espandibili delle loro compagne.

Che aiuti finalmente i tipini un po’ polli ad essere meno polli.

Che faccia incazzare le femministe che non capiscono che le sto trollando.

E che possa far fare due risate alle coppie che si amano, spingendole a porsi obiettivi kilometrici sempre più ambiziosi, che potranno usare per ricompensarsi a vicenda con bottiglie di vini eccezionali, viaggi strepitosi e trombate esotiche.

È vero che non ho parlato della leccata di figa (bonus dell’uomo) per dare anche alle ragazze dei riferimenti oggettivi su quanto dovrebbero investire nel loro rapporto di coppia, ma altrimenti come facevo a fare un post testosteronico e sessista come questo?

Facciamo che quello non lo contiamo nemmeno.

Ché se le statistiche son vere e viviamo in un mondo dove gli uomini escono con donne più giovani e le trombano in media solo per 8 minuti in slow motion… penso proprio che questo sia il vero regalo di cui le tipine hanno bisogno, da fare col cuore e senza aspettarci nulla in cambio.

Fine.


* Nota: Silvagina è un nickname brevettato da Bro.


Hai un amico un po’ pollo che rischia di finire tra le grinfie di una gold digger? Mandagli questa guida e salvagli il culo!

busta150

La Posta del Pene

Una mail al giorno, dal lunedì al venerdì, per allietare le tue pause al cesso.

37
Lascia un Commento

18 Comment threads
19 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
22 Comment authors
Biondina

Da donna ti vorrei odiare… se solo questa cacchiata non fosse così geniale <3

Elethestrange

Quindi Silvagina è Brovettato….

I Am Too Old For This Shit

*clap clap clap*

Eudes-Conrad

Sappi che raramente stimo un commento (sarà il mio lato francese). Ma hai dieci minuti di applausi da parte mia. (se non sai chi si cela dietro il mio presudonimo, li perdi.)

jessie

WTF did I just read

Alex1970

Mi sembra DOVEROSO aggiungere l’incalcolabile ed inestimabile voce “supporto psicologico”. Ritengo molto immodestamente e presuntuosamente di aver fatto risparmiare a svariate fanciulle interi stipendi da psicologi e psichiatri. Ecco! ;)

Cianciolla

ahahahahahahahahha Mitico!!!! Mi hai fatto morire. XD

La vera domanda è: arriverà una perbenista che prendendo seriamente l’articolo risponderà “mi sento offesa come donna quando dici che dobbiamo darla in cambio di soldi, sono Indignata!!11!!1!1” oppure no?

Io speranzoso resto in attesa con dei pop corn XD

LordLordo

Come funziona se si è una relazione poliamorosa ? Si calcola il mileage complessivo della maratona (incluso in contagiri) e si divide l’investimento tra le beneficiarie?
Tipo 250 km son 600 e qualcosa di regalo per tipa…

Valvet

Oddio che ridere ? fantastico

Mona(&)co

C’è bho, mi hai svoltato la vita.

eiffel sixty-nine

Complimenti, sei un glande! Glazie.

Victor

Si, tutto molto giusto, ma a me, di quanto spendi per infilarmi, fotte sega. Pensa ad infilarmi e basta. Inutile portatore di me.

Coninqui

tutto molto bello….ma la usura del pene non la calcoliamo?

James Bond

ipotizzando una relazione stabile e duratura, dopo tot km si potrebbero creare dei benefit, tipo un upgrade dell’auto per lei e dei buoni (come quelli delle pizzerie) di maratona della fava/contagiri della pipa/dare il culo per lui
l’estremo traguardo sarebbe la carta mille miglia

Asdrubale Tirinnanzi

Giusto! Questa guida va espansa fino a farla diventare un’enciclopedia comprensiva di tutte le variabili

SiMuovonoInBranchi

E niente… Anche tu mi confermi che averlo lungo è un’inculata pazzesca…

Fabio Lord

Ahahahah fantastica come idea

Don C.

Caro PdV,
dopo avere abbandonato l’abito talare, il tuo post ha stimolato la mia sensibilità di tributarista. Infatti è giusto affermare che la donna svolge un servizio che arricchisce le nostre vite, servizio che deve essere retribuito. Ben venga quindi il foglio di calcolo excel per calcolare tale remunerazione. Tuttavia, il foglio da te proposto è viziato da grande iniquità, in quanto più il pene è ridotto e meno il contribuente dovrà pagare alla propria bella. Una sorta di tassa sulle dimensioni del cazzo. E questo, come uomo ancor prima che come tributarista , lo trovo discriminatorio! Cerchiamo di rimediare se no qua ci tocca scioperare!
Don C.

Maxim

Ehi piano con i bonus. Ci sono anche i malus.

Per esempio, l’aperitivo al Se.sto dopo averla fatta incazzare per non aver risposto al telefono 27 volte di fila, è toccato pagarlo a me.

E il suo compleanno non potrà essere festeggiato in un Antico Ristoro di Cambi qualsiasi, bensì in un ristorante fusion alla moda della Capitale perché per il mio è stato versato un Antinori Riserva.

fratellomaggiore

Questo post me l’ero perso, ed è bellissimo.
E mi ritrovo con la tua tabella, molto equa :D
E te lo dice uno che ha mantenuto da gran signora per 7 anni una tipina

FurbettaRompipalle

Allora Victor aspetta, ho un problema, GRAVE!

Presente la Thailandia?
Bene.

Il mio uomo, molto buono e gentile, mi ha regalato un viaggio di 15 giorni – non 10 ,15!- in questo posto sognato da tutti.

Mi ha appena riferito che dopo questa tua rivelazione sarà a credito a vita.

In quei 15 giorni deduco che dovrò darci dentro come non ho fatto in questi 2 mesi di esami e lavoro.

Spero che il suo pene regga i colpi.

Sei un grande!- anche da parte del mio omo.

P.S Concorda anche con la versione donna stendino, anche se avrei molto da ridire.

Potrebbero interessarti anche...

Spargi il seme di Victor!

Send this to a friend

Oh, ho trovato questa cosa da farti leggere: [Guida definitiva del Glande d'Oro] Quanto deve spendere l'omo per fare un regalo alla sua donna?! Questo è il link: https://storiedelcazzo.com/guida-glande-oro/