L’elfa cingalese che cercava l’attrazione mentale ma ha trovato Victor

shame

(Questa storia contiene spoiler sul film ‘Shame’ di Steve McQueen e sulla vita)

L’altra sera sono andato a casa di un’elfa cingalese a guardare un film.

Ho già parlato di lei nella Posta del Pene.

Lei c’ha messo casa, vino e una ceretta totale.

Io il cibo e Victor.

È il terzo appuntamento. Alla fine del secondo ‘sta tipina era riuscita a dirmi, negli stessi trenta secondi, sia che voleva mordermi il culo sia che voleva prendersi del tempo per creare più “attrazione mentale”.

Le ho dato tutto il tempo che le serviva, tornando a casa e ignorandola per una settimana, finché non m’ha invitato a passare una serata da lei.

Abbiamo scelto Shame, che racconta la storia di un Fassbender ninfomane, che riesce a farselo venire duro solo con puttane e cocaina.

Qui sono iniziati i problemi.

Fassbender piace alle donne, guadagna bene, vive a New York. Allo stesso tempo è dipendente dal sesso meccanico, dai film porno e dalle seghe, che si regala quotidianamente con dedizione ammirevole e forsennata.

Per cena avevo cucinato un kg di stracotto di maiale bollito nel vino e nel pomodoro per 8 ore di fila.

Volevo insegnare all’elfa cingalese cosa significhi mangiare davvero in Toscana, ma mi ha fottuto: si è riempita con una forchettata.

Quando si cena con una tipina bisogna mangiare poco e guardare film allegri; io invece mi sono ingozzato come un porco e adesso ne pago le conseguenze.

Lo stomaco è impegnato in uno scontro all’ultimo sangue con le suine mani della morte che stanno cercando di farlo esplodere dall’interno.

Il braccio sinistro è incastrato sotto le costole aguzze dell’elfa cingalese
e quasi completamente dissanguato. Penso che perderò l’uso della mano, ma sono in pieno coma digestivo e muoversi non è un’opzione.

Il piede destro, quello stronzetto indisciplinato, è rimasto fuori dalla coperta.

Gli occhi sono inesorabilmente attratti dai microscopici led della TV, che proietta un primo piano multicolore di Fassbender che si sega nel bagno dell’ufficio.

Fuck me.

Mezza figura di Fassbender che ci prova con una tipa al bar,
sfotte il suo fidanzato,
si prende un cartone in faccia,
entra in un bar gay,
si fa fare un pompino da un uomo,
esce dal bar gay,
prende il cellulare,
sua sorella ha bisogno di lui,
hanno litigato.

Lei lo chiama disperatamente,
“Per favore torna a casa, torna a casa adesso, ho bisogno di te.”
Lui entra in casa… di due escort.
Le scopa fino all’alba.

L’elfa cingalese si lamenta, sta scomoda, ha freddo ai piedi (nonostante siano entrambi sotto le coperte), si mette a messaggiare su whatsapp.

Quando viene, Fassbender riesce a muovere i muscoletti della fronte come fossero un caleidoscopio di carne, per modulare l’espressione più rappresentativa che io abbia mai visto di una V E R A scopata triste.

«Ti piace questo threesome?», mi chiede lei.

«No, non mi piace.»

Campo medio di Fassbender che torna a casa correndo, pieno di sensi di colpa, apre la porta e trova sua sorella per terra, in un bagno di sangue, con le vene tagliate.

Ospedale.

Dettaglio di un Fassbender disperato sotto la pioggia.

L’elfa cingalese mi chiede se ho l’ombelico in dentro o in fuori.

Ora se vuoi rimanermi sul cazzo, uno dei modi migliori è rovinarmi un film che mi sta prendendo emotivamente perché non capisci un cazzo di quello che stai guardando.

Rispondo a monosillabi fino alla fine della pellicola.

Quando Shame finisce, lei mi sta sul cazzo, in entrambi i sensi.

Victor si sveglia.

— Oh, via su, finita ‘sta minchiata del film, ora si può trombare secondo il rituale sociale che vi eravate imposti.

— Non mi va più.

— Shhhhh.

— No, ho detto che non mi

— Come sono, io?

— In che senso?

— In che stato sono?

— Intendi tipo liquido, gassoso, eccetera?

— Duro, eretto, per Dio!

— Quindi?

— Quindi non c’è niente da decidere.

— Non è che posso scoparmi qualsiasi cosa che ti faccia rizzare.

— In che senso?

— Quanti cazzo di sensi deve avere ‘sta frase scusa?

— Ascolta nìni, tu servi solo a scremare le bionde dentro, le vegane e quelle che votano Salvini o Di Maio, poi sono io a scegliere la donna.

— Guarda che il cervello ce l’avrei io eh…

— Quello è governato da sostanze chimiche su cui non hai alcun controllo; basta un filmetto a farti sclerare come una checca. L’istinto è più affidabile.

Se un tipina ti piace, se non ti piace, dipende da me – e io te lo dico dopo che ci hai scopato. Per ora voi due non siete niente, non avete nessun rapporto, insieme non esistete.
Se non vi vedeste più, fra un anno manco ti ricorderesti come si chiama e la sua memoria andrebbe persa in una nebbia che sa di figa.

— Appunto. Per questo non ho voglia. E poi m’aveva già fatto sfavare l’altra volta questa qui.

— Per la storia della connessione mentale?

— Dio bono c’ha 33 anni, m’aspettavo una donna più intraprendente… e invece ariborda con ‘sta storia della connessione mentale! Come faccio a connettermi mentalmente con una che si interessa solo di shopping e Sex & De’ City?

— Ahahahahah, un donna intrapr- AHAHAHAHAH, povero scemo! Senti, lascia perdere la connessione mentale, non significa un cazzo. Lei in realtà ha solo voglia di un uomo che sappia farla eccitare davvero, senza aver paura di sentirsi una troia coi rimpianti, dopo.

— Tutto qui?

— Prego.

— Così sembra facile…

— Smettila di pensare e agisci!

Una scarica di testosterone marcia dalle palle al cervello e inizia a prendere per il collo i neuroni fino a fargli sputare la memoria a breve termine.

«Spogliati – le dico – piano.»

«No, non voglio eccitarti.»

«Ti piace torturare i tuoi uomini?»

«No, non voglio torturare nessuno, ma stasera non posso fare sesso con te.»

— Uaaaah, la femmina ha annusato le tue insicurezze e sta testando il tuo scarsissimo livello di testosterone, non supererai mai il test, ritirata! Cambia argomento, si riprova fra un po’ con un approccio meno diretto.

«Perché?»

— Non si chiede perché! NON-SI-CHIEDE-MAI-PERCHÉ. Maremma maiala impestata, ma che fai!?

«Sono al quinto giorno delle mie cose.»

«Non ti credo.»

— AAAAAHHH – Aiuto! Se ci sono uccelli all’ascolto in questo palazzo, ascoltatemi, fratelli: entrate dalla finestra e scagliatevi contro la nuca del mio proprietario che ha perso il lume della ragione!

«Ma devi credermi. Domani possiamo, stasera no.»

«Senti, stasera io posso fare sesso con te oppure no, non è importante…»

— DIO DE JANEIRO, MA COSA CAZZO DICI. Sono solo, sono solo in questo universo, attaccato a questo imbecille. Qualcuno mi salvi!

— Ok, forse ho esagerato.

«… Senti, voglio capire chi sei. Mi hai invitato a casa tua, l’altro giorno m’avevi detto che mi volevi mordere il culo, ora m’hai aperto la porta che manca poco eri ancora sotto la doccia, hai solo un vestitino addosso senza reggiseno… e poi mi dici che hai il ciclo? Ma cosa m’hai invitato a fare? Io non sono una fidanzatina che viene da te per guardare Netflix, sono un uomo e ho voglia di te.»

— Ah, l’ultima frase non era male. Forse non sei proprio da buttare via.

L’elfa cingalese non dice niente.

Mi bacia.

— ‘Sta cosa che le donne pretendono tanto di volere una connessione mentale con l’uomo e quando poi ti confronti non sanno più che cazzo dire mi manda di fòri.

— Ven via ti ha risposto: ti ha dato un bacio. Non devi connettere parole, ma emozioni. Tu mi sembri ‘na lesbica offesa; manca solo che vi mettete a litigare tirandovi i capelli! Ora infilatevi a letto a pomiciare e vedrai che fra un po’ scopate pure se c’ha l’ascensore di Shining fra le gambe.

— Ma non c’ha nessun ciclo, ven via, era ‘na stronzata. E se è vero e non me l’ha detto prima ancora peggio. Non inviti uno che hai visto due volte a casa tua se non ci vuoi scopare.

Ora, visto che durante la pomiciata stavo pensando tutte queste cose e forse anche aggrottando la fronte, vagamente incazzato, non è che il bacio fosse proprio passionale.

Quindi, forse per testare se ero ancora sul campo da gioco, l’elfa asiatica mi ha infilato una mano nei pantaloni e ha iniziato a farmi una poco convinta sega asiatica.

La sega asiatica è quando ti prendono la pelle del prepuzio da sopra i boxer, come se fosse la collottola del gatto, e la fanno scorrere su e giù, ravanando un po’ a caso.

Nonostante la pratica davvero poco sensuale e credo illegale in Europa, Victor s’allunga subito e inizia ad incastrarsi sotto la cintura e a me ‘sta cosa da fastidio perché non so per quale motivo ma ogni volta che mi si rizza e ho ancora la cintura legata mi immagino di trafiggermi la cappella con il pirulino della fibbia e vado in ansia, quindi la fermo.

«Voglio la verità. Mi hai fatto venire apposta sapendo che ci avrei provato e che mi avresti detto di no?»

Mutatio Clito!

— Ma che fai?

— Lasciami fare. Redactum Cazzus!

— …

— Sto cercando l’incantesimo per trasformarmi in clitoride. Era fatta, era fatta capisci? Dovevi solo spogliarti!

— Non mi sto divertendo, ok? Non mi piace ‘sta ragazza, non m’è mai garbata. E questa ti pare una sega? Ci sono uscito due volte solo perché hai insistito tu.

— Wingardium Leccamela!

«Sembri così freddo…»
(Ha detto “you seem so chill”, ma non saprei come tradurlo)

«Lo sono. La nostra per ora è solo attrazione sessuale. L’altra sera ti avevo detto che ti avrei morso il culo, e tu mi hai risposto che l’avresti fatto tu. Le nostre intenzioni erano chiare, ora non so cos’hai in testa e continui a non rispondermi, ma io non posso offrirti nessuna relazione e se non ci piacciamo a letto è molto probabile che non ci vedremo più.»

«You’re such a dick.»

«At least you know what you get.»

Prendo la giacca, mi rimetto le scarpe e scendo le scale del suo appartamento verso la porta d’ingresso.

Mi segue.

Mi bacia ancora, stavolta con un sacco di lingua.

Le afferro il culo a due mani.

Ci sta, è mia.

Potrei portarmela a letto, e sarebbe una scopata di qualità media.

Mi metto le cuffie e esco di casa.

Un Victorino mi ha detto: “La verità, fratellino caro, è che la legge della scarsità regola anche il mercato della fica. Una volta che hai superato la soglia delle 150-200 tacchette sul manico, a meno che non sia una top model o una donna molto affascinante, più o meno già sai come va a finire e ti rompi il cazzo. Quindi o inizia a diventare mentale o semplicemente lasci che siano loro a correrti dietro.”

Continuo a pensarci sulle note di Bitter sweet symphony.

Tanti ragazzi imparano a provarci con le tipine e, pensando di fare bene, senza saperlo si condannano ad una vita di sofferenza.

Nel momento in cui esci di casa per rimorchiare, per fare numero, per mettere bandierine sulla mappa della figa, stai giocando una partita da solo: non tieni in considerazione cosa c’è dall’altra parte.

È solo una scopata,
e se non è,
avanti la prossima,
tanto sai rimorchiare, ormai.

Magari invece ci potevi andare con quella ragazza, e vi potevate scambiare qualcosa di bello, amarvi per una sola notte o molte a venire, lasciandovi entrambi un dolce ricordo… ma non ti sei dato la possibilità di scoprirlo.

Non l’hai scelta perché il supermercato di Tinder è aperto 24/24h. Ti basta trovare uno schema che funzioni il 15% delle volte e ogni 7 match ti fai una scopata.

Se vai avanti per un po’ con questa vita non sei più tu a scegliere le tue donne. Regali le palle alla legge dei grandi numeri e diventi emotivamente instabile: iper-gasato quando scopi e iper-depresso quando vai in bianco, o una tipa che ti piaceva smette improvvisamente di “sceglierti” e ti rendi conto che non sai niente di lei e sei impotente.

Questa instabilità annienta il vero scopo della seduzione: arricchire la propria vita di emozioni.

Diventi come Fassbender.

Che poi, se vivi solo per schizzare succede che un giorno ti svegli e incontri una che ti manda in fumo il cervello. Prendi una di quelle sbandate che ti lasciano senza fiato perché all’improvviso non sai più cosa fare, puoi solo ripetere il tuo show, sperando che ci caschi anche lei, ma lei è diversa e tu ti senti morire.

Questo non succede agli uomini che si abituano a “vedere il sesso come gioia e non uso”, come ha detto Spaturno.

Scopare solo con tipine che ti piacciono davvero, impegnandoti, e non tutte quelle che puoi scoparti è forse l’unico modo per non uscire scemo dal tritacarne della vita sessuale delle città moderne.

Un po’ come ho fatto con Sbrìnci per quasi tutto Veni Vidi Victor, insomma.

Mentre io l’elfa cingalese non l’ho scelta, è capitata.

Non ho mai pensato: “voglio lei.”

E lei non ha pensato “voglio lui”, perché non ha fatto niente per farmi partire l’ormone a mille, come ogni donna sa fare, se vuole.

Quindi non l’ho Fassbenderizzata™.

— Credo di aver fatto bene. Voglio che il sesso ammanti la mia vita di sacralità, trovando una sintesi fra me e il mondo Epicureo. Voglio essere amante, non trombatore. Voglio Casanovare, non Fassbenderizzare!

— Ma ammantami ‘sto par di palle! Tu’ssei arrivato a scomodare Epicuro pur di razionalizzarti una trombata persa… Per ragionare con te ci vuole la pazienza del Dalai Fava!

— Uno che si eccita per una sega asiatica non può darmi lezioni di vita.

— Dimmi una cosa, tu che vuoi essere un “vero amante”… Hai intenzione di smettere di trombare del tutto o pensi di riuscire davvero a tirare fuori qualcosa di unico da tutte ‘ste ragazzette ugualoidi, qualcosa che riesca davvero a coinvolgerti?

— Che cazzo ne so.

— Poerannoi…

busta150

La Posta del Pene

Una mail al giorno, dal lunedì al venerdì, per allietare le tue pause al cesso.

35
Lascia un Commento

11 Comment threads
24 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
19 Comment authors
newest oldest most voted
Spaturno

“Sono fiero di te, giovane Padawan.”

Scherzo, l’avrei lisciata pure io, da com’è descritta non fregava un cazzo a nessuno dei due, dopotutto… in questi casi mi ritrovo a pensare “ma se fosse un cesso cosmico ora sarei qui? sarebbe comunque interessante e meritevole del mio tempo?” e se la risposta è no, so long and thanks for all the fish.

Vagiullo

Voglio spendere una parola in favore di Sex and the City, ingiustamente reso reo del rincoglionimento delle over 30 ma che mi ha insegnato in tenere età il sesso disinibito: lì venivano mostrate 4 tipi di donne come protagoniste, e ognuna viveva la sessualità a modo suo. Se le donne che incontri hanno preso il peggio di ognuna delle protagoniste facendolo proprio è colpa loro, non della serie!

Calze a Righe

Sono contento di aver finalmente capito Shame. Cioè per me era tutto un “machecazzo…” di scene messe una dopo l’altra. Ed il finale sotto la pioggia mi era sembrata un’esagerazione artistica. Quindi grazie PdV. A volte certi film bisogna che me li spieghino, sono fatto così.

Per quanto riguarda la storia, ti rispondo raccontandoti questo mio aneddoto:
L’altro giorno stavo guardando The Beach a casa di una tipa prima di cena, visto che non avevamo molta fame e dovevamo ammazzare un po’ il tempo.
Premetto che con questa ci avevo già scopato un paio d’anni fa e su quel punto andavamo proprio forte, però su tutto il resto facevamo acqua da tutte le parti e quindi la cosa è finita così.
Insomma siamo arrivati ai primi 20 minuti di film. Di Caprio non è ancora manco arrivato all’Isola. Il film mi piace di brutto. Non so perché ma a una certa, magari per punzecchiarla, comincio a giocare con le sue labbra usando le dita, guardandola negli occhi.
Ora. Io non avevo voglia di scopare. Mi stava piacendo il film e volevo proprio vederlo fino alla fine.
Fatto sta che tempo 20 secondi mi salta addosso, il PC vola via, io sono nudo come un verme e ho le sue tette in faccia. Perfetto insomma. Manco per il cazzo. Ero ancora troppo preso dal film per essere preso da lei, e l’ho scopata nell’unico modo possibile: fingendo.

A volte già lo sai che non ne vale la pena, che vorresti fare altro o che semplicemente non ne hai più voglia. Il difficile è smettere.

Dì no al Fasbenderizzare™
Si a Valsoia.

Boh

Se eri preso così tanto dal film e lo volevi vedere fino alla fine perchè ti sei messo a giocare con le sue labbra usando le dita??!! In questo modo le hai mandato un segnale sbagliato

Calze a Righe

Concordo col PdV, ma ti dico che se fossi intenzionato a tenermela la tratterei meglio di come faccio.

E Boh, lo so che è stato controproducente ma che ce posso fa se sono abituato ad uscire con le pudiche che aspettano sia tu a spogliarle per primo? Volevo solo triggerare un po’ lei, mi smettere di guardare il film.

Antani

Il fatto che sia passato da un deciso blu navy a un discutibile e più zen baby blue è un presagio? Victor il mansueto?
A parte le minchiate, un po’ di sana scrematura ci sta, non scopare le persone che non ti prendono è un modo per evitare problemi inutili. Mia nonna comunque dice sempre di non cagare la gente che non mangia un cazzo, se schizzinose a tavola spesso le persone sono schizzinose a letto, sarebbe orgogliosa di te.

FataMorgana

Antani…mio malgrado, devo smentire la nonna. A tavola sono una schizzinosa da far venire il volta stomaco a chi mi sta di fronte. Farei prima ad elencare le quattro cose che mangio che tutto il resto.
Ma ti assicuro che a letto…mi piace tutto. Tutto.

Bro

Nope, c’è un teorema ben consolidato ed ancestrale! Ergo, stai mentendo o per il cibo o per come scopi. Mi spiace, è cosi.

FataMorgana

Non provocarmi. Potrei chiederti di andare a letto insieme per il solo gusto di smentirti.

Bro

Ribadisco l’antico teorema è verità assoluta.
E il tuo è un rischio, diciamo che finiamo a letto insieme ed io non mi smentisco, sarebbe un duro colpomRicorda, l’antico teorema è pura verità! Io, fossi in te, non prenderei certi rischi!
Lunga vita al teorema!

FataMorgana

Quanta sicumera!
Pensa se invece fossi tu…a sbagliare.
Una verità è assoluta…solo fino a prova contraria. 😌

Bro

Perché so di aver ragione. Ergo, so di non sbagliare.E fidati, son convinto che tu pecchi di orgoglio.

I Am Too Old For This Shit

Riflettevo sul fatto che quando faranno il film di Storie del Cazzo la colonna sonora non sarà niente male.
Verve, Pearl Jam..
A parte quella volta che hai svegliato l’Americana (o era Tedesca?) con Cremonini… quello è stato imperdonabile.

Stigma

Porca troia….per essere fini. Ti odio. Sono stata invitata anch’io a casa di uno che ho soprannominato “ormone”, perché m’attizava abbrutto. Sono arrivata e ha messo un super film Marvel su Netflix…..ho detto ok, guardiamolo e poi…
Dopo due minuti russava. Come un trattore.
Quando gli ho messo una mano sul cazzo per farlo rinsavire, lui me l’ha spostata sulle braccia dicendo: “fammi i grattini”. È irsuto, barbuto e pieno di tatuaggi tosti…..e anche lui i ha chiesto la stracazzo di connessione mentale… ma porca troia!! È ancora l’unica cosa che riesco a dire
Next Please

fratellomaggiore

A nome di tutti i bear beard ti dico che non siamo tutti così, per fortuna

Boh

Seeeeeee Fassbender!! Te piacerebbe!!!
Se non ti è mai piaciuta ‘sta tipa che ci sei andato a fare a casa sua per un terzo appuntamento con un kg di stracotto di maiale bollito nel vino e nel pomodoro per 8 ore di fila??!! E non permetterti di dare la colpa a Victor!

psicologadellamutua

Magari non SEMPRE ci piace fare sesso con persone con cui non abbiamo una sintonia piuttosto ampia perché non SEMPRE ci piace oggettificare il nostro corpo, prestazione sessuale, o l’altra persona.

Brodino Vegetale

1 kg di stracotto per l’elfa cingalese di #staceppadiminchia-finta-proffessionista-del-petting-ammala-cazzi e a me cucini sempre quelle cagate(buonissime per altro) sane pro paleo? Ma ti venisse un colpo di diarrea :D
Penso che, come ti ho detto non tanto tempo fa, adesso sei alla ricerca della chiavata divertente/originale piuttosto che di quella meccanica che ormai sai di avere a distanza di un paio di msg su wp tra una qualsiasi delle tue conquiste passate.
Chi assaggia una tipologia di relazione sessuale è difficile che poi si accontenti di una di standard inferiore, non puoi farci niente. Forse è per quello che mi sono dato al trasmettere ciò che conosco a ragazzi nei quali vedo del vero potenziale grezzo. Provo immensa soddisfazione personale nel vedere come fanno gavetta con delle tipe random, crescono sessualmente e mi parlano delle loro superconquiste che non avrebbero mai immaginato di avere prima di cambiare quelle 2, 3 cose che li rendono “diversi” dai normali penimuniti che si trovano sul mercato.
#trovaunallievoeformalo (anche se in tanti nel leggerti sono tuoi discepoli, prendine 1 e permettigli di renderti fiero di lui)

#cslf sempre!

Ad Maior Gloria della Sacra Cappella Vittoriana

fratellomaggiore

Che onore :)
Comunque hai fatto benissimo.
In una situazione simile, un po di tempo fa, mi capitò l’orribile situazione di chiedermi che cazzo stavo facendo nel pieno di una cavalcata in stile pecora.
Infatti, grazie san condom, ebbi l’illuminazione di simulare l’orgasmo, il tempo di fumarmi una sigaretta e scappai via a gambe levate.
E ti assicuro che è stato un trauma!

Aumentare il valore azionario del clitoride

[…] arriva, memore dell’ultima regola appresa in merito ai film da guardare con le tipine, metto I Guardiani Della Galassia 2, ordino finger food su Deliveroo e stappo un vinello accanto al […]

Potrebbero interessarti anche...

Spargi il seme di Victor!

Send this to a friend

Oh, ho trovato questa cosa da farti leggere: L'elfa cingalese che cercava l'attrazione mentale ma ha trovato Victor! Questo è il link: https://storiedelcazzo.com/lelfa-cingalese-che-ha-trovato-victor/