Un episodio di Friendzone così brutale che al confronto una scarica di pugni di Mike Tyson nelle palle è una carezzina

Day 1

 

Tutto comincia un cazzonedì sera.

Mi annoio e apro Tinder, che da ora in avanti chiamerò la fonte di ogni male.

Una tipa giapponese, mi piaccia. Si chiama Eki e viene da Osaka.

 

Chiaccheriamo un po’, lei mi dice che domani deve traslocare, io le rispondo che intanto potremmo traslocare la nostra conversazione su whatsapp.
 

Appena arriva il messaggio col numero  la chiamo e la invito fuori..
 

<<Una mezz’oretta, giusto per conoscersi.>>

<<Se hai così poco tempo da dedicarmi, allora io non ho bisogno di uscire con te.>>

 

Tosta la ragazza.

 

storie del cazzo banner

 

Ci incontriamo sotto casa sua e mi viene subito da sorridere. E’ piccina e sembra uscita da un cartone animato.

Quando arriviamo al locale e ci togliamo i cappotti, rimango piuttosto sorpreso.

Ha le tettone.

 

La combo giapponese + tettone risveglia in me una considerevole serie di perversioni, sviluppate nei primi anni dell’adolescenza quando mi spaccavo di hentai.

Victor va fuori controllo.

 

– TETTE!!! TOCCALE TOCCALE TOCCALE TOCCALE TOCCALEEEEEEEEEAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHH 1!!!!!!11!!!!1!

 

Tipo così, ma ogni 25 secondi.

 

 – Datti una calmata.

 

Cerco di distrarmi concentrandomi sulla conversazione, che per fortuna inizia molto bene.

Già dai primi minuti, Eki conferma la mia teoria sulle incredibili doti comunicative delle ragazze giapponesi.

Ti ascoltano e, ancora più importante, riescono a farti sentire ascoltato.

 

Ci raccontiamo le nostre storie, e quelle delle nostre famiglie.

Dopo un paio di bicchieri di vino, la conversazione scende più in profondità e si fa seria, troppo seria.

 

Smetto di parlare, le guardo le labbra e mi avvicino.

Lei si allontana e mi fissa negli occhi, con severità.

Sostengo il suo sguardo.

 

<<Tu sei un… Player… come si dice in italiano?>>

<<Non abbiamo una traduzione per quella parola>>

<<Perché voi italiani siete tutti Players>>

<<Forse si, o forse siamo solo ragazzi che sanno quello che vogliono>>

 

Io sono un campione di battaglie di sguardi. Non può vincere.

Infatti cede e mi guarda le labbra.
 
La bacio, stavolta ci sta.

 

<<Ho perso..>> si lamenta

<<Se conti i punti, allora la Player sei tu… Comunque, se ti comporti bene, più tardi ti lascio vincere>> le rispondo.

 

Pallina di sushi mi guarda, scandalizzata ma divertita.

Quando la bacio per la seconda volta, mi mette le mani sul culo.

Devo averle schiacciato un bottone dietro al collo senza essermene accorto.

 

<<Scusa, ho una perversione per i culi>> mi dice.

<<Andiamocene da qui>> le dico.

<<Ok>>

 

yeeeeeah

 

Arriviamo sotto casa sua. La bacio di nuovo, la stringo a me e in quel momento lei inizia ad ansimare proprio come un’hentai girl.

 

E’ una cosa che mi fa perdere la testa.

 

<<Apri la porta>> le dico

<<Non posso.>>

<<Allora dammi le chiavi che la apro io.>>

<<Non potrei permettertelo>>

 

– Mongoloide che non sei altro! Perché ci sei andato così diretto invece di usare una scusa qualsiasi per salire su??

– I sotterfugi mi hanno stancato. L’hanno capito anche i vicini di casa che me la vuole dare, deve solo dirmelo.

– Ma non lo farà mai! Che angoscia.. Si prospetta un 2016 di seghe.

– Vedrai che non è così. Troverò il modo.

 

Rifletto. Ho due scelte.

 

Scelta A: capire che non sono ancora riuscito a metterla a proprio agio del tutto e toglierle un po’ di pressione di dosso, dicendole che ha ragione – che è troppo presto – e tenendomi pronto ad andarmene davvero, se non mi trattiene.

Scelta B: mancare di empatia, fare uscire il John Cena che è in me e urlarle in faccia “EH ALLORA PERCHE’ CAZZO NON TE NE SEI TORNATA A CASA DA SOLA SE NON VOLEVI SCOPARE” mentre le faccio un Suplex Powerslam.

 

 

Vado per la scelta A.

 

Chiaccheriamo, ci baciamo di nuovo, lei è eccitatissima, io lasciamo perdere.. ma niente, non mi invita a salire.

 

La saluto con un ultimo bacio e me ne torno a casa.

 

 

Lungo la strada, rifletto.

 

– Sei un handicappato. Come hai fatto a fallire? Mi stanno per esplodere le palle!

– Stavi spingendo troppo. Mi hai fatto perdere il controllo.. Abbiamo pomiciato per mezz’ora come due pischelli.. troppe conferme. Forse se non l’avessi baciata affatto mi avrebbe fatto salire.

– Non dare la colpa a me, sei tu che devi imparare a gestire la situazione!! Non l’hai scopata solo perché hai cercato di seguire le tue stupide regole. Questa mi tira troppo, te la devi scopare, capito? DEVI!! Usa il potere dell’alcol, della menzogna o del denaro, ma non ti azzardare a lasciartela sfuggire!

– Non ho intenzione di usare nessuna di queste tre cose.

– E quindi qual’è il piano?

– Ignorarla.

 
 

Day 2

 ekieki

 

 

Ora, nella speranza che un giorno questo blog venga letto dai giudici della Corte europea dei diritti dell’uomo: possiamo stabilire, a livello internazionale, che se una ragazza che conosco da un, e sottolineo UN giorno solo si presenta a casa mia all’una di notte perché “vuole dormire con me” io sia autorizzato ad aprire la porta di casa completamente nudo, già in erezione, prenderla in braccio e portarla in camera da letto senza fare domande?
No perché c’è un limite a tutto.

 

Eki entra in casa, io la saluto e mi avvicino per pomiciarla, ma le mie labbra incontrano la sua guancia.

Resto un po’ perplesso, ma ignoro la cosa e le faccio fare il giro della casa mentre metto su un tè.
Quando arriviamo alla mia camera da letto, la vedo esitare. Solo una frazione di secondo, ma è quanto mi basta per capire.

 

– Si è presa paura mentre veniva in qua’.. 15 minuti a piedi di notte son tanti per pensare al fatto che ti stai infilando in casa di uno con cui hai passato solo 3 ore della tua vita.

– Per una trombata? Che sarà mai!! Se è venuta fin qui, vuol dire che ha deciso!

– Stiamo parlando di una donna. Non ha deciso un bel niente, sa solo quello che prova. Adesso le parlo.

 

Possiamo parlare di emancipazione quanto vogliamo, ma ad oggi, per la maggior parte delle ragazze della mia età, viversi una scopata gioiosa senza farsi del male con una guerra interna fra istinti, seghe mentali e filtri sociali è pressoché impossibile.

Le donne come gli uomini in tutto, tranne nel sesso, ultimo baluardo contro una società androgina.
 

<<Tranquilla, stasera non faremo sesso, so che non sei venuta per quello, vieni qui, fatti abbracciare… Dai, andiamo di là, così ci beviamo il tè.>> le dico

 

– Eh no eh. Eccheccazzo!

– Fidati.

– Ancora? Madonna, ogni volta che dici “fidati” so che stai per fare una cazzata!

 

Lei, venendo dalla terra degli uomini che hanno inventato i cartoni animati coi polipi che s’inculano le liceali minorenni, non si era mai sentita dire una cosa del genere.

Mi guarda, sorride e si rannicchia fra le mie braccia.

Dopo 20 minuti stiamo pomiciando.

Un bacio tira l’altro, e finiamo a letto.

Però c’è qualcosa che ancora non va, lei mi bacia, ma non è “presa”.

 

 

– Sembra un paletto, mi sa che stasera ha fatto il passo più lungo della gamba, con me.

– Ha fatto un passo, punto. E l’ha fatto verso una cosa che vuole anche lei – se cominci a pensare che ci guadagni solo te da una scopata entri in un film di merda e non ne esci più. Ha solo paura di essere scopata e abbandonata. Se la scopi adesso e poi la chiami per rivederla, si risolve tutto.

– Si, ma me lo deve dire lei.

– Beh, non credo proprio che questo sia il momento migliore per parl-

 

<<A cosa stai pensando?>> le chiedo

 

 

vaso di pandora

aiut-

 

 

<<Blablablabla…valori…blablablablablalbalbla…la nostra amicizia…blablablabalblabla io non sono una che…

 

– MA COME CAZZO TI E’ VENUTO IN MENTE DI APRIRE BOCCA?

 

…blablablablablabal…puoi piacermi come Uomo o puoi piacermi come Persona….blablablablablablabla…

 

– ASPETTA, FRA POCO CI ARRIVA

 

..io non cerco questo tipo di relazione…

 

– MI STANNO PER CASCARE LE PALLE

 

…Se esco con un uomo, voglio vederlo o comunque sentirlo tutti i giorni…

 

– AAAAAAAAAH FUGGI!!

– NO, RESISTI!!

 

… balbalbalbalbalblblalblablal…… Se vengo a letto con te, poi tu vai con un’altra, io questo non lo posso accettare.>>

 

– BECCATA!

 

<<Hai 29 anni e parli come una ragazzina di 19>>, attacco.

<<Perché?>>

<<Perché hai paura che io scopi te e poi un’altra e quindi vorresti essere rassicurata sul fatto che io, se vengo a letto con te, poi mi dedichi completamente alla nostra relazione.>>

 

<<Si>> dice, continuando a guardarmi, come aspettando il seguito.

 

<<Ma ancora non ne hai il diritto.>> proseguo.

<<Cosa vuoi dire?>> dice, aggrottando le sopracciglia con un’espressione un po’ turbata

 

<<Che io sono single e ovviamente esco e faccio sesso con tutte le ragazze che mi pare. Quando troverò quella giusta, mi dedicherò a lei, stanne certa, ma tu ora non puoi chiedermi l’esclusiva della relazione, perché io e te non abbiamo nessuna relazione, non siamo ancora niente. Vuoi l’esclusiva su qualcosa che ancora nemmeno esiste.>>

 

<<Hai ragione…>>

<<Certo che ho ragione, ma non ti preoccupare… ci sta di volere cose diverse. Non fa niente, possiamo provare a restare amici!>>

 
sabam

Ho concluso, vostro onore

 

Dopo 10 minuti di chiacchere e una sessione di lotta coi cuscini, lei mi chiede se può mettersi sotto alle coperte.

 

<<Puoi stare nel mio letto, ma rimani dalla tua parte e non mi toccare!>> le dico

<<Perché, è pericoloso?>> Ridacchia lei, facendomi piedino.

<<Perché cambio idea facilmente>> Rispondo.

 

Passo la mezz’ora successiva a torturarci.

Baci sul collo, toccatine varie.

Per scrupolo controllo come sta la sua flalala-lala.

Lei mi lascia fare, ma non partecipa.

 

<<Ma sei bagnatissima!>> Le dico

 
Si mette ad ansimare come se le stessi spingendo un albero di natale nella vagina.

Io potrei piantare i chiodi nel muro senza l’ausilio di un martello, ma sadicamente, dico:

 

<<Meglio fermarci qui, buonanotte.>>

 

 

– TI HA DATO DI VOLTA IL CERVELLO?

– Fidati.

– E’ LA TERZA VOLTA CHE LO DICI E ANCORA NON ABBIAMO SCOPATO

– Ti prometto che in cambio di questa notte di non sesso, ne avremo tante altre di sesso di qualità molto superiore.

 

<<Sei davvero bravo a controllarti>>

mi dice, ignara del fatto che ho un pene che se solo potesse mi ucciderebbe dall’interno.
 

<<Non voglio sedurti nuotando controcorrente solo per darti una scusa per giustificarti, come se avere voglia di fare sesso fosse una cosa sporca. Lo so che vuoi fare sesso quanto me. Lo sento. Diciamocelo e basta, altrimenti dormiamo.>>

<<Nessun uomo mi aveva mai parlato così..>>

<<Lo so>> dico, spegnendo la luce.

 
Rimango sveglio per un po’, in attesa di una sua parola, un suo tocco, che non arriva.

Sarebbe stato troppo aspettarsi che facesse una cosa del genere.

Ma di certo che non mi sarei mai aspettato quello che ha fatto dopo.

 

Day 3

 

Il giorno seguente penso che mi abbia mandato 167 messaggi.

Le rispondo una volta sola, per invitarla a casa mia dopo cena.

Zero beghe.

 

<<L’altra sera è stato difficile trattenersi..>> mi dice quando entra in salotto

<<Tu ti sei trattenuta fin dal primo giorno, con me>> le rispondo

<<E’ vero, ma ora non voglio più farlo>>

 

 

JesusResurrection011

Finalmente cazzo

 
Tempo zero e siamo di nuovo a letto. Lei prende Victor in mano ed inizia ad ansimare.. in giapponese!

E’ semplicemente indescrivibile. Questo è il Viagra di Dio, potrebbe farlo rizzare ad un 86enne. Non capisco come la gente sia arrivata a pipparsi i corni di rinoceronte grattugiati pur di farselo venire duro, quando basta chiedere ad una ragazza giapponese di ansimarti dell’orecchio per farti avere la più devastante delle erezioni, se ci pensi ben

 

– TOGLIMI STA MANINA DI DOSSO E INFILAMI O MI STACCO E CI VADO DA SOLO!

 
Stappo un durex, iniziamo a scopare ed è tutto un
 

<<<<Sugu iku… ahahhhh Sugu iku tatatatatatata>>

 
Sembra di inculare Jigglypuff.

Victor è preso da un’euforia incontrollabile.

 

– Oh mio dio OH MIO DIOOO

 
Il tempo sembra fermarsi, lo spazio attorno a me è una galassia nebulosa, priva di confini definiti.

La mia identità si fonde e tutto il mio essere si concentra in un unico punto.

Non ho più mani, non ho più piedi, non ho più una testa.

Sono solo un pene che si muove nello spazio cosmico, felice.
 

Fino a che…

 

 

<<tatatatatatatatata – fermati, fermati…>>

<<Che c’è, che succede?>>

<<Ce l’hai troppo grosso… Non posso prenderlo>> dice, mentre si sfila da sotto.

<<Aspetta, prendo il lubrificante!>> dico

<<No, quello non ti serve>>

 

 

Aspettandomi un allegro pompino, mi sfilo il preservativo e mi sdraio.

Lei guarda i miei occhi, pieni di aspettative, poi mi fa pat-pat sulla spalla e mi dice:

 

<<Grazie per aver capito. Non voglio rovinare la nostra amicizia>>, e si sdraia per dormire.

 

 

– …

– …

 
 
stupid-man

Io mentre cerco di rendermi conto di quello che sta succedendo

 

 

 

Rimango per sei o sette secondi totalmente immobile, in silenzio.

 

Non riesco a parlare. Il mio cervello è così intasato che va letteralmente in blocco, rimango a bocca aperta mentre cerco di capire quale sia la prima cosa da risponderle, ma ci sono troppe parole che da ogni nervo del mio corpo corrono verso la lingua e si schiacciano l’una contro l’altra, bloccandosi nella gola.

 

Spinto da un’incredula speranza, parlo:

 

<<Scusa, ma stai scherzando?>>

<<No, perché, che c’è di strano?>>

<<Ti sembra normale DIRMI CHE CI TIENI ALLA NOSTRA AMICIZIA DURANTE UNA SCOPATA , FARMI PAT-PAT SULLA SPALLA E METTERTI A DORMIRE?>>

<<Si, certo, per me è sempre così la prima volta. Sono abituata a dimensioni diverse e mi fai male, che dovrei fare?>>

 

 

Faccio un respiro profondo.

 

<<I pompini, I POMPINI CAZZO. O Una sega, o una sega con le tette o una sega coi piedi o qualsiasi altra cosa ma NON PUOI LASCIARE UN UOMO A META’ CRISTIDDIO!!>>

<<No, i pompini io li faccio solo al mio fidanzato! Tu sei egoista!>>

 
Corto circuito cerebrale.

Le sirene neuronali danno l’allarme. Migliaia di spermatozoi presi dal panico si suicidano schiantandosi gli uni contro gli altri.

La bile si riversa ovunque come un fiume che rompe gli argini.

Un’ondata di rabbia mi fa vibrare le palle.

Anni fa, un uomo sarebbe scoppiato a ridere e al grido “shut up, bitch” avrebbe tirato un malrovescio alla ragazza, rimettendola a pecora.

Io invece rimango in silenzio, penso per una trentina di secondi buoni, mentre aspetto che il mio ecosistema ritrovi un equilibrio.

 

Quando apro bocca di nuovo, le dico di chiamarsi un taxi e di andarsene da casa mia.

 

Lei si avvicina e mi rifà pat-pat sulla spalla, sorridendo.

 

<<Dai, non essere arrabbiato, sappi che è successo anche col mio ex. La prima volta lui voleva solo venire, quindi l’ho fermato come ho fermato te. Piano piano ha imparato non a fare sesso, ma a fare l’amore e a trasmettere emozioni>>

<<Se mi rifai pat-pat sulla spalla un’altra volta giuro che ti butto fuori di casa nuda come sei.>>

 

Il Tamagochi con le tette capisce che non sto scherzando e si riveste.

Quando l’accompagno alla porta, si gira per dirmi un’ultima cosa:

 

<<Ma allora sabato sera non mi porti più in quel posto che mi avevi detto?>>

<<Preferirei farmi impiccare per le palle. Buonanotte.>>

 

 

Questo è quanto.

 

Sono stato friendzonato DURANTE una scopata con tanto di pat-pat e presa di culo finale, battendo ogni precedente record di friendzone-level mai registrato.

 

 

P.S

Un’amica mi ha fatto riflettere sul fatto che forse mi cerco le squilibrate perché almeno posso continuare a scriverci su delle storie divertenti.

Forse è il caso che ci pensi.

 

P.P.S

Per curiosità. Tu che avresti fatto? Pensaci. Stai scopando e la ragazza ti interrompe a metà, ti dà una pacca sulla spalla… Come avresti reagito?

 

P.P.P.S

Mi sta continuando a scrivere. Io non ho parole xD

difori

 

 

 
commenta le storie del cazzo

Lascia un Commento

45 Commenti su "Un episodio di Friendzone così brutale che al confronto una scarica di pugni di Mike Tyson nelle palle è una carezzina"

 
Be kind senpai

Come mai ti ha scritto su WhatsApp in italiano e poi in inglese?

Proprietario di Victor

Perché sta studiando l’italiano da 4 mesi e lo usa per scrivere o dire cose semplici. Quando invece deve scrivere frasi lunghe, usa l’inglese

Uomobeta

La teoria della tua amica è interessante.. Tieni vivo il blog grazie a paranoiche del genere. Non so se sia stato veramente un giochino suo perché ce l’ha con tutti quelli che l hanno scopata e basta nella vita. Comunque la prima soluzione era venire prima che si togliesse con questa scusa, ma non sapendo che sarebbe successo, forse dopo il primo pat-pat e visto come è andata a finire a schiaffi tanto valeva che ti facevi una sega con lei che dormiva affianco e la ungevi per punizione. Se capitasse a me mi incazzerei parecchio, quelle cosi vanno moralizzate. Pensa che questa trovata renda giustizia al mondo femminile? oggi domani e per il resto della vita terrestre ci saranno scopate random, cosi non ha risolto niente. A questo punto non entri in modalità challenge-accepted? Questa va chiusa per forza, fosse anche usando un pisello piu piccolo :)

Proprietario di Victor

Anche Coinquì mi ha detto: “no vabbè, dovevi iniziare a segarti e venirle in faccia” però non è da me.

Secondo me lei ha una visione così distorta del rapporto uomo-donna che cerca un compagno da castrare e da asservire, e per fare ciò usa l’unica cosa che le dà potere nel rapporto: la figa.

Vabbè, una pazza l’anno mi tocca.

Peace and love

DenimDemon

Se te ne capita una l’anno sei beato, io son stato parecchio tempo con una pazza e a giochini del genere dovevo sempre stare pronto e all’erta…
Suppongo che nel cambio generazionale tra donne inibite/meno inibite ci siano molte che hanno subito un mezzo tilt…. sarà che la maggior parte delle pazze (oscillando di pochi anni di differenza) ha circa la stessa età (o almeno quelle capitate a me, che sono modestamente calamita per casi da manicomio)… un caso?
Un giorno ne parleremo face to face…

Proprietario di Victor

E’ una minaccia o ci conosciamo? xD

Eudes-Conrad

Primo P.s.: Spero che tu continui con le squilibrate, per due motivi. 1)Almeno ci saranno altre storie. 2) Almeno non me le becco io per una volta XD.

Secondo P.s.: Non so come avrei reagito, probabilmente mi sarei alzato, avrei fumato una sigaretta e bevuto abbastanza birra da inibirmi, altrimenti non avrei risposto delle mie azioni.

Proprietario di Victor

Ahahah non riuscirò mai a finirle tutte, anzi, diventerò sempre più selettivo, stai attento che magari quando torni a firenze la incontri in un bar e ti fa lo stesso giochino!

Brodino Vegetale

Hey ohhh let’s go ! In effetti sono “piccole” le asiatiche in genere, una volta “ruppi” una koreana, sembrava un rubinetto poverina, comunque prima della rottura posso confermare che ansimano in maniera speciale e si bagnano come se volessero usare la loro vagina come moscio per pulire i pavimenti.
Questa qua comunque è la prova vivente di donne che vogliono il potere, vuole essere quella che ti fa cambiare idea per poi averti al guinzaglio come un cucciolo, andando poi dalle amiche dicendo “lo preso che era un assatanato che andava con tante e guardalo adesso, al guinzaglio bravo bravo che aspetta che gli dia il biscottino… Sono una vera donna”
Il tuo amico Victor ha capito che il DI SICURO è come il tuo FIDATI … Il giorno che sparerai un FIDATI,DI SICURO esploderà qualcosa ?

P.s
1. Tutti siamo squilibrati in un qualche modo
2.l’ho fatto ad una donna , mi sono fermato senza essere venuto, ancora ansimava, mi sono alzato e sono andato a cucinare una pasta dicendo… “Mi fa fatica e ho fame…tra un ora devo andare via , vestiti, mangiamo e andiamo” ed è impazzita
3.Ci sta sono tutte le basi per un epic troll… Se vuoi ci pensiamo insieme

Ci vediamo presto caro, un abbraccio

Proprietario di Victor

Si cazzo, voleva rivivere il suo 50 shades of grey personale, ma io non sono nemmeno ricco! Ha proprio sbagliato persona ahahah

Comunque si, quando ci vediamo studiamo una trollata geniale.

Brodino Vegetale

Ho riletto quello che ho scritto e grazie al “auto correttore” sembro scemo in certe frasi….

Proprietario di Victor

Ma quel super commento l’hai scritto da cellulare? Minchia, io avrei fatto di molto peggio xD

BumBum

Brodino??? Hai fatto il punto due e sei ancora vivo??

quello che vuole uscire con voi

forse non è la stessa cosa ma mi ricorda quella volta che la tizia random conosciuta il giorno prima e con tre quarti d’ora totali di interazione mi invita a casa sua alle 6 del mattino. mi offre una frittata (o meglio, le uova), iniziamo a scopare e quando comincio a calcare un po la mano (o il pene che dir si voglia) con un po più di foga si alza si riveste e se ne va. colpa nostra che non abbiamo calibrato bene o colpa loro che vivono di sensi di colpa? :) Fino a che punto la responsabilità di una scopata andata male può essere accollata all’uomo?

Proprietario di Victor

Allora, diciamo che la colpa è loro. Punto.
Io aspetto sempre una conferma chiara e inequivocabile che la ragazza con cui sono voglia scopare con me, in questo caso lei mi ha detto che “non voleva più trattenersi con me” e ha iniziato a segarmi..

Non ha senso che arrivino a quel punto, per poi cambiare idea. Quindi la segatura nel cervello ce l’hanno loro in questi casi, non lasciarti assalire dai dubbi.

Però, però… Questo modo di ragionare non ti porta a capire le dinamiche.

Io da questa storia ho capito che mi sono posto male con lei, come “potenziale compagno”, perché le ho dato tempo, abbiamo parlato di cose serie (anche se non le racconto). Altrimenti mi avrebbe fatto salire fin dalla prima sera per un’avventura di una notte (oppure è completamente psycho, cosa che ci può anche stare)

Se “fai finta” di prenderti la responsabilità anche di queste situazioni al limite, puoi capire cosa non fare la prossima volta.

Victor

Per fortuna che dovevo fidarmi….Maledetto!

C'est moi

Le donne non hanno bisogno di usare il sesso come arma di potere, le ragazzine confuse sì.

Proprietario di Victor

Sbrinci, ti amo.

cicciopasticcio

ok questa entra nella top ten delle citazioni da riproporre domani su FB da bravo bimbominkia

bruschetta

ciao! vengo da IS. Bellissimo il tuo raccontino :) Mi dispiace per il finale. Amarissimo.

Proprietario di Victor

Benvenuta Bruschettina!

virgola

Mi voglio fare una giappo con le tette anch’io! Dai ti prego friendzonala tu e poi me la presenti? Non importa sia pazza…io le mento. Le dico che me la sposo ( e poi ovviamente purtroppo tra donne non si può) !
Io trovo solo giappo brutte senza tette…uffaaaa

Proprietario di Victor

È davvero bellina, e fra le altre cose sta continuando a scrivermi quindi se passi da firenze te la presento. Però occhio, se ti porta al culmine e poi smette di leccartela all’improvviso io non voglio responsabilità! Donna avvisata…

Keran

amico mio io penso sarei finito al gabbio dopo il secondo pat pat

o molto probabilmente il mio amico qui sotto si sarebbe staccato e avrebbe iniziato a prenderla a pisellate selvagge….come negli hentai!

forse dovevi prenderla di forza come un vero uomo (pervertito) giappo!

Poiuyto

Mi ricorda la volta che mi ero portato a casa l’istruttrice di fitness (No, ripeto: ISTRUTTRICE – DI – FITNESS). Soffriva di attacchi di panico, bastava baciarla e cominciava con l’asma. Mangiamo, la porto in camera, la spoglio e inizio a giocarla senza portarla a nulla. Bocca… dita… niente. Dopo un 40 minuti mi chiede di riportarla alla macchina.

Volevo ammazzarmi.

Proprietario di Victor

Ti capisco, sono quegli episodi che ti fanno riflettere sul senso della vita…

I\'m-Too-Old-For-This-Shit

Quote[
<>
<>
<>
<>
]
It’s so true it hurts

Quote[
Sembra di inculare Jigglypuff.
]
‘Orco cane mi hai fatto sputare il caffè dal naso

Comunque sono nuovo e mi sto capottando dal ridere a leggere le tue storie invece di lavorare.
*virtual bro fist

I\'m-Too-Old-For-This-Shit

Aspè,
il primo Quote è andato a farsi fottere.
lo riporto qui sotto

Quote[
Tu sei un… Player… come si dice in italiano?
Non abbiamo una traduzione per quella parola
Perché voi italiani siete tutti Players
Forse si, o forse siamo solo ragazzi che sanno quello che vogliono
]

Proprietario di Victor

:D Bro Fist anche a te!

MaiUnaGioia

Quindi la storia delle giapponesi che hanno la vagina strettissima è vera, !! Questa storia mi sta facendo morire dal ridere ….mi sarei aspettata proprio questo finale …povero Victor

Checazzotenefotteate

Io ho sofferto fisicamente nel leggere questa storia, la mia vagina ha alzato il suo sopracciglio da stronza e ha detto testualmente “Ah bambolina porno asiatica, ma che cazzo di film di merda hai nella testa?????Questo fa squirtare e tu gli fai pat pat sulla spalla???? !! Cristo cucigliela subito non è degna!!!!” Le ovaie hanno fatto l’urlo di Munch rattrappendosi come alla vista dei calzini bianchi e il risvoltino.Vado a smaltire questo malessere, non so se mai sarà possibile.

Proprietario di Victor

Ahahaahaha le ovaie che fanno l’urlo di Munch ahahaaah geniale :D
Fammi sapere se poi riesci a smaltire questo malessere esistenziale, sennò mi sento in colpa

Lettrice snob

“E quindi qual’è il piano?” Ah se mi dici che è un francesismo allora ti giustifico perché mi piace il tuo modo di scrivere e non voglio sfatarmi questo mito😅😅Per deformazione professionale sto attenta anche quando leggo al cesso. Per il resto mi dispiace!!

Proprietario di Victor

*si inginocchia*
Lettrice snob, vuoi tu farmi da correttrice di bozze?

Lettrice snob

Sarebbe un onore ma ho paura di privare i tuoi pezzi della spontaneità che li caratterizza e che ti invidio. Sono sicura sia stata una svista, continua così M. e ti seguirò 😉 Attendo il libro!
Lettrice meno snob di prima

Spaturno

“Pat pat levati di culo, now.”

Bukowski al femminile

Non posso credere che esistano donne del genere. Mi vergogno di essere donna quando leggo certe cose.

Smarties

Gran resistenza la tipa, io se vado a letto con qualcuno è perchè mi piace così tanto che non riuscirei a fermarmi a metà dandogli una pacca sulla spalla.
Comunque che strana, continuo a non capire cosa le ha detto il cervello

Sailor moon

O la dai o non la dai cos’è sta via di mezzo? Sono allibita.. Il mio amico penso mi avrebbe tirato una padellata in testa e avrebbe finito (con tutte le ragioni del mondo)

Femministe chi?!

Penso che tutte le ragazze che leggono il blog pensino la stessa cosa, appunto perché siamo abbastanza aperte con la mente (e forse anche altro). Comunque, è ingiusto fare una cosa del genere e non se n’è neanche resa conto… di sicuro non voleva andare contro le sue convinzioni sociali/mentali che so io, allora non doveva nemmeno iniziare a scopare. Perché se è vero che voi maschi godete nel far soddisfare la donna, è vero anche il contrario. Sinceramente, che donna sono se non lo faccio venire? E che uomo è se non mi fa venire? Non è una scopata ma un’esplorazione anatomica allora. La differenza è che l’uomo prima o poi viene, e si vede, quindi non abbiamo scuse. Fa male? Dillo prima. Altro che amici… Era tutta una cosa sadica, dai! (Ci sono rimasta male)

Un urrà per l\'inutilità

Cazzo. Sono una donna, contro qualsiasi forma di violenza sia verso uomini che verso donne, ma qua una bella capocciata e un bel pat pat in faccia ci stavano tutti. Se fosse stato un uomo a comportarsi così con me penso gli avrei strizzato le palle mentre smadonnavo e gli urlavo contro una cifra infinita di insulti per fargli comprendere il suo livello di inutilità e stupidità. Certi pensieri vanno solo pensati, non espressi.
Okay, probabilmente hai la calamita verso le instabili mentalmente. Complimenti per il tuo proseguimento del blog.

Pennellone

Non esistono bestemmie nelle lingue degli Elfi, dei Veneti e dei Toscani per una tale perfidia

wpDiscuz