Perché conoscere ragazze nei locali è una pessima idea (e cosa dovresti invece fare per conoscere ragazze in maniera naturale)

Il modello proposto dai media e dalla comunità dei PUA 

La cultura cinematografica e gli “esperti” di seduzione si concentrano ormai da anni su quello che è necessario fare per rimorchiare una donna in un bar o in un locale notturno.

Questo ha creato, negli anni, un interesse spropositato per tutte quelle tecniche di seduzione a freddo (openers, tecnice “canned” eccetera) rese popolari da libri come The Game, di Neil Strauss. I locali si sono riempiti di ragazzi timidi pronti a lanciarsi all’assalto, armati di frasi preconfezionate per rompere il ghiaccio e avviare una conversazione con la figa di turno.

Il problema è che poi il rapporto va saputo portare avanti, ed allora entrano in gioco le altre tecniche di kino escalation, boyfriend destroyer patterns, routine di pnl per creare sinestesie e chi più ne ha più ne metta.

In pratica, il seduttore muore e rinasce sotto forma di PUA (Pick Up Artist), ovvero l’artista del rimorchio, che sopperisce ad una naturale incapacità di sedurre le ragazze con un arsenale di tecniche psicologiche più o meno efficaci.

Non che siano da buttare via – intendiamoci – anzi, la maggior parte delle tecniche sono state codificate osservando proprio gli atteggiamenti di chi ha imparato a saperci fare con le ragazze in maniera naturale, ossia facendo il porco e provandoci con tutte dai 14 ai 20 anni, surfando sulla scia dei propri ormoni.

Quindi, se uno non ci sa fare, studiarsi qualche tecnica non può fargli che bene.

Il vero errore per cui alla fine i ragazzi non trombano e si deprimono è un altro. Io ti voglio svelare una cosa, un po’ controintuitiva, che nessuno ti ha mai detto prima:

Per tantissimi ragazzi, i locali sono i posti PEGGIORI in assoluto per incontrare e conoscere ragazze.

 

Pensaci razionalmente: credi davvero che la tua strategia migliore sia quella di andare in un posto rumoroso, dove non puoi parlare ma solo urlare, al buio, dopo esserti riempito lo stomaco di sostanze che ti rendano più disinibito, per avviare una conversazione con una ragazza sconosciuta con l’intento, più o meno velato, di guadagnare velocemente la sua fiducia per potertela poi scopare? Davvero??

Con un po’ di buonsenso, verrebbe da chiedersi perché tanti ragazzi decidano di torturarsi da soli mettendosi in difficoltà con queste strategie così innaturali per conoscere ragazze.

Perché dico questo? Perché ci sono due paure che stanno alla base della seduzione e che vengono entrambe attivate da questo scenario:

 


La paura più profonda e inconscia di una donna è che l’uomo la possa violentare o ferire.

La paura più profonda e inconscia dell’uomo è che la donna lo possa umiliare sessualmente.


 

Quindi, incontrarsi nei locali mette sia l’uomo che la donna nelle condizioni ideali per sperimentare le loro paure peggiori. Non c’è da stupirsi poi se le ragazze sono inavvicinabili, chiuse e stronze – e se gli uomini sono timidi, impacciati e inibiti. Non è così che dovrebbero funzionare le cose. Perché pensi che la gente abbia bisogno di fottersi il cervello con alcol e droga ogni sacrosanta volta che mette piede in discoteca?

In realtà, i ragazzi non dovrebbero mai mettersi nelle condizioni di dover approcciare estranee senza alcun motivo apparente che non sia quello di volersele scopare. Non è un modo realistico, sensibile o naturale di approcciarsi all’altro sesso.

 

Poi sai, fosse solo per questo, uno potrebbe anche passarci sopra, il fatto è che il metodo degli approcci a freddo è pure inefficace. La maggior parte dei ragazzi, con evidenti tendenze sadomaso, che ogni sabato vanno all’imbrocco in discoteca, passano il 90% della serata a prendere pali, rifiuti, sguardi schifati, no no no e ancora no, finché non trovano una disgraziata talmente ubriaca da smollargliela.

Questo modo di fare è assolutamente tossico e alla lunga distrugge la psicologia corretta che un uomo dovrebbe avere per approcciarsi con successo alle donne.

Ti porta a voler diventare un narcisista super estroverso, in grado di sedurre le donne a velocità lampo. Sembra figo, ma si tratta di un’ideale cinematografico, assolutamente non raggiungibile da tutti e che nella maggior parte dei casi diventa un vampiro che ti succhia via tutta l’autostima dal midollo. Non è facile sopportare il rifiuto e la seduzione non è un gioco statistico.

Non è come una roulette, non è come fare il venditore porta a porta. La strategia del “se ci provo con tutte quelle del locale, alla fine una me la darà” è la meno efficace e la più pericolosa. Certo, se sei bravo, carino, o semplicemente molto persistente, alla fine trombi. Ma a che prezzo? Quanti rifiuti? Quanto stress? Quanti soldi spesi in cocktails “per entrare nello stato d’animo giusto”?

E’ ovvio che odi gli approcci a freddo, fidati del tuo istinto.

 

Perché i “maestri della seduzione” spingono tanto sugli approcci a freddo? Non sarà mica che stanno giocando con le tue – naturalissime – insicurezze per appiopparti i loro seminari da centinaia di €? Ti fanno sentire inadeguato, per poterti vendere la loro soluzione, che però non funziona nella maggior parte dei casi, lasciando i ragazzi in uno stato peggiore di quello con cui erano arrivati al corso.

Pochissimi uomini sono dotati di quel livello di sicurezza in sé stessi necessario per aver successo sistematicamente con gli approcci a freddo. Non è una cosa che si possa simulare. Si può raggiungere un buon livello tramite la pratica, certamente, ma in quanto tempo? E quanti crollano a metà strada e si fidanzano con una delle prime che raccattano, anche se dentro lo sanno che non è quella giusta, solo per paura di non trovare altra figa?

Ci sono strategie più intelligenti, anche se cerchi solo relazioni a breve termine.

 

L’unico metodo naturale per conoscere ragazze: l’allargamento della propria cerchia sociale.

Quando pensi alla seduzione, NON immaginarti mentre approcci una bellissima donna che non conosci in un locale pieno di altra gente. Invece, pensa di trovarti inserito in un contesto sociale che includa tante donne che condividono la tua stessa passione.

 

Agire così risolve tutti i problemi che i ragazzi hanno quando si tratta di conoscere ragazze. Per esempio, immagina di conoscere una ragazza ad un qualche corso di ballo caraibico. Esamina la situazione:

 

1. Lei non ha paura: non sei uno sconosciuto che si sta avvicinando a lei dal buio del locale, fai parte del gruppo di cui fa parte anche lei. C’è un motivo per cui ti presenti e avete già qualcosa di cui parlare.

2. Nessun rischio di umiliazione per te: il proseguimento della vostra relazione dipenderà da quanto riuscirai a far aumentare l’attrazione, ma almeno qui sei sicuro di poter iniziare a giocare.

3. Avete già qualcosa in comune: iniziare l’interazione è semplicissimo, e ti liberi una volta per tutte da quelle menate sugli opener, tanto care ai PUA. Vedila così: se vedi una bella figa per strada e ti serve sapere che ore sono, ti fai dei problemi ad andare da lei e chiedergli se sa dirti l’ora? Se la risposta è no, e quindi non sei patologicamente timido e completamente inibito dalla figa, allora ogni volta che ti vengono i dubbi in stile “omg, cosa le dico per approcciarla” significa che sei nel contesto sbagliato per provarci. L’interazione uomo-donna è di quanto più naturale esista al mondo, se non è ovvio quello che le devi dire, ti verrà tutto innaturale.

Se non sei sicuro di aver capito a quale genere di attività mi riferisco, ecco qualche suggerimento:

 

1. Corsi in palestra: Io sono stato iscritto per un anno alla Virgin. Quella palestra è tanto inutile per allenarsi a modo quanto è fantastica per conoscere ragazze. Prova ad iscriverti per tre mesi ai corsi di pilates o di crossfit, ti rimetterai in forma e conoscerai un sacco di ragazze energetiche e solitamente anche mediamente fiche. Questo significa anche che sono abituate ad essere tartassate da uomini ignobili ovunque vadano, quindi se ti metti a fare il viscido, probabilmente verrai preso a randellate fitto fitto.

2. Volontariato: Cause sociali, misericordie, canili e gattili. Io non l’ho mai fatto perché il mio spirito sociale è pari a 0. Faccio la differenziata solo perché vengo costretto. MA, i miei amici dall’animo più nobile mi hanno raccontato di gruppi composti all 80% da donne, gentili, simpatiche e pronte ad innamorarsi di un uomo che dedichi il suo tempo libero a salvare i gattini e i cani abbandonati insieme a loro.

3. Improvvisazione teatrale: Questo è il mio prossimo obiettivo, appena avrò imparato a ballare la salsa. E’ super divertente, ti scioglie un sacco ed entri in un gruppo che si lega molto. Ti fai tanti amici quante amiche e passi tutto il tempo ad interagire con loro e parlare con loro. Se sei timido dovresti rendere un corso del genere la tua priorità assoluta.

4. Lezioni di salsa/bachata: Se ti piace ballare, non lasciarti sfuggire quest’occasione. Io ho iniziato da 2 mesi, ho conosciuto una decina di ragazze nuove e la settimana prossima stiamo organizzando la prima serata in discoteca extra-corso. Io punto direttamente all’assistente dell’istruttore. Spero diventi un’altra storia del cazzo prima della fine del corso! A prescindere da ciò, se poi devi proprio andare ad imbroccare in disco, almeno lo fai essendo l’unico maschio che sa ballare come si deve con una donna.

6. Online dating: Questo è il punto più importante, quindi non mi dilungo perché verrà trattato in post a parte.

 

Prima di continuare, vorrei che notassi che questa lista non è assolutamente esaustiva. Ci sono centinaia di cose che potrai iniziare a fare appena avrai capito che passare i pomeriggi a giocare ai videogames non ti migliora la vita. Potresti essere interessato ad una delle cose che ho elencato, oppure ai corsi di ukulele, oppure ancora all’attivismo politico, e via discorrendo. Il punto è che tu trovi un’attività che ti piaccia e che includa un necessario livello di socializzazione con donne che l’apprezzano quanto te.

In ogni caso, ti  ritroverai a fare qualcosa di divertente con ragazze che non conosci. Nel processo naturale di queste attività, avrai dei motivi per parlargli e inizierai a conoscerle. Questo cambierò completamente l’interazione. Non sarai più uno sconosciuto che le approccia a freddo, ma un ragazzo con cui loro si aspettano di avere una conversazione.

Ed ecco la cosa migliore riguardo all’estendere il proprio circolo sociale vs. fare approcci a freddo: anche se non ti piacciono le ragazze che incontri (o vice versa) loro hanno delle amiche. Te le presenteranno, se ti giochi bene le tue carte. Ti basterà essere cordiale e socievole e all’improvviso ti ritroverai a contatto con tantissime nuove ragazze, perché le tipe sono sempre molto disponibili a presentare un ragazzo in gamba, ma che non si vogliono scopare, alle loro amiche in cerca.

Se ti muovi bene, non ti ritroverai più a dover creare interazioni dal nulla con la vaga speranza di scopare.

 

La migliore strategia consiste nell’intendere la seduzione come un risvolto naturale della tua vita sociale.

 

Questo ti permette di sentirti molto meno viscido e più autentico nelle tue interazioni con le donne, ti allena a sviluppare le tue abilità sociali in ambienti a bassissimo rischio, dove puoi crearti delle nuove reti di amici e amiche che non potranno farti altro che bene.

Poi pensaci: un uomo con una vita sociale ricca, piena di connessioni, che dedica del tempo a coltivare le sue passioni ed è capace di conversare amabilmente con le persone nuove, non ha forse più chance di piacere ad una donna rispetto al tizio che segue la strategia di andare per locali di cui ti ho parlato all’inizio di questo articolo?

Inoltre, avere una vita sessuale attiva ed un circolo sociale forte, ti mette nelle condizioni ideali per sentirti più a tuo agio nel fare un approccio a freddo quando vedi quella fica stratosferica al bar e sai che o ti butti ora, o non la rivedrai mai più. Non sto dicendo che gli approcci non vadano ASSOLUTAMENTE fatti, per alcuni ragazzi funzionano bene, sto solo dicendo che non fanno parte della base minima necessaria per avere una vita sessuale attiva e non sono la prima cosa che dovresti imparare a fare.

 

 

Ora arriviamo ai “MA”

“Ma se io non ho tempo/soldi per fare un’attività come quelle di cui hai parlato?”

“Ma se non mi piace niente e preferisco stare a casa a nerdare?”

“Ma se le attività che mi piacciono sono prettamente maschili e non ci sono donne?”

 

La risposta è una e una soltanto: Online Dating.

 

Ci vediamo alla prossima puntata!

commenta le storie del cazzo

Lascia un Commento

10 Commenti su "Perché conoscere ragazze nei locali è una pessima idea (e cosa dovresti invece fare per conoscere ragazze in maniera naturale)"

 
BumBum

il tuo libro vertirà su questo? o su sanissime SdC ?

Proprietario di Victor

Nono, questo era un esperimento, ma io non ho ambizioni da guru, quindi solo storie del cazzo ;)

BumBum

bhè ora son curiosa…
mi fa piacere che non aspiri al ruolo di guru, nonostante la lettura scorrevole, me ne farei ben poco di un manuale sul come rimorchiare tipe. XD

bluebird

Noto questa sottile voglia di apparire come un nuovo e moderno charles. nonostante tu scriva delle tue scopate, hai comunque una scrittura sciolta,molto interessante e coinvolgente !!

Proprietario di Victor

Grazie bluebird! Mi manca solo un po’ di alcolismo inside per assomigliare ancora di più a Charles :)

*Nutella*

Un mio modico parere del cazzo : su internet il 90% sono sfigati che hanno paura della Figa e non sanno approcciarsi all’altro sesso nella realtà. Ecco perché mi piacciono quelli più grandi di me ( 10 anni di differenza di solito ) , loro sono nati in un’altra “epoca” … Moooooolto molto più interessanti.

Proprietario di Victor

Ma in generale 10 anni di differenza fra uomo e donna vanno proprio bene. Io infatti non vedo l’ora di arrivare a 35 guarda

Genio

In pratica con questo articolo è stata scoperta l’acqua calda! È ovvio che il modo più naturale possibile sia attraverso le cerchie sociali! Ma se un ragazzo, ha solo amici maschi e qualche conoscenza femminile, che non portano ad altre nuove conoscenze, che fa? Si spara? Improvvisa dei corsi che non gli piacciono, solo per lo scopo di conoscere nuove ragazze?
Oppure ci tenta nei locali, o da qualsiasi altra parte, si tratta semplicemente di attacar bottone, non funzionerà tutte le volte ma un po di possibilità (poche) ci sono, basta parlare e una conversazione si può instaurare!
Comunque eviterei di consigliare il dating online!

Io sul mio blog consiglio un po’ il cazzo che mi pare!

MountainLion

La penso perfettamente come te. Su un sito che gestisco dedicato al tema ho scritto, in tempi non sospetti (alcuni mesi prima di questo articolo) un libro dedicato al come conoscere ragazza evidenziando che l’ approccio a freddo per il 99% dei maschi è una strategia perdente in partenza e che l’unico sistema credibile sia proprio l’ allargamento della cerchia sociale. In particolare, l’ aspetto più tragico di certe tecniche propinate al costo di centinaia o addirittura migliaia di euro dal “guru” di turno è che l’ allievo poi ci crede, e ci prova a metterle in pratica, con risultati ovviamente patetici e penosi! Mandare un povero sfigato derelitto ad approcciare a freddo da parte di un sedicente “coach di seduzione” è come per un personal trainer far fare la panca piana con 100 chili al tipico stecchino rachitico mai entrato in palestra in vita sua.

wpDiscuz