Scopare con una che non ti piace (un errore da non ripetere)

Può un Uomo considerarsi davvero tale, se non riesce a scoparsi un cesso di donna? La risposta a questa fondamentale domanda nella Storia del Cazzo di questa settimana.

Qualche tempo fa, una divertente chattata su adottaunragazzo.it, mi aveva ispirato a scrivere questo post su facebook:

AAA DONNE, una domanda:

 

>Lui e lei.
>Trombamici.
>Lui è cotto e vorrebbe fidanzarsi.
>Lei continua a prendere tempo per non perdere la sua indipendenza (forse è una balla).
>Una sera, lui bacia la sua migliore amica.
>Lei lo scopre e gli rovescia un Cosmopolitan ‘nivviso.

La domanda è:

Perché, visto che lei non si è mai voluta impegnare, lo ha scaricato per un bacio dato alla sua amica?

 

Il suddetto post, ha suscitato l’interesse di amici ed amiche, che, contenti di potersi sentire come quelli del pubblico di Uomini e Donne, si sono lanciati in interpretazioni varie:

aur1

aur2

aur3

aur4

 

La cosa era finità lì.

La ragazza con cui avevo creato la storia che ha ispirato il post non mi piaceva esteticamente e non avevamo fissato un incontro, poi Adotta è diventato a pagamento, quindi bona.

Incredibilmente, due settimane fa, questa ragazza riesce, tramite amiche in comune, a scoprire chi sono (da qui ho scoperto che la privacy non esiste più) e a chiedermi l’amicizia su facebook.

Di fronte a tanta caparbietà, decido che si merita di essere chiavata e ci fisso un’uscita serale.

 

> Prima uscita: bacino a stampo.

> Seconda uscita: paga lei l’aperitivo e mi invita a salire in casa sua, come nei film americani.

 

Accetto volentieri l’invito senza pensare all’errore tattico che stavo commettendo: l’appuntamento era fissato di domenica sera e io, molto intelligentemente, la mattina stessa avevo chiavato con Bdsm e quindi ero in piena infrazione della quarta regola per una scopata di qualità.

Ero letteralmente spompato e avevo la libido sotto i piedi, ma quando mi ha invitato a salire, non ho avuto la forza morale di declinare l’invito. In fondo ci ero uscito solo per scoparla, non mi piaceva davvero.

(solo ora, scrivendolo, mi rendo conto del leggerissimo controsenso che ha pilotato tutta questa faccenda xD)

Quindi insomma alla fine salgo anche se non ho voglia, finiamo a letto e ci spogliamo, ha un bel corpo. Facciamo petting, mi piglia bene e decido che è arrivato il momento.

 

– Siiiii infilamiiiiiiiiiii

– SI si ora, ecco…

 

Lei: <<no fermo, il preservativo! Aspetta, ne ho uno qui>>

 

– NOOOOO, cazzo dici!! NOOOOOO

– Vabbè, se lo vuole c’ha ragione

– NOOOOO, non lo voglio NOOOOOOOO

– Senti, fattene una ragione, non c’è modo che cerchi di convincerla a farlo senza.

– NOOPFHHGHMGHHGHHHH… …

– Ecco, vedrai che ti divertirai lo stesso.

– MPHHGHPHPGHPGPHhhh!! … … … Mmm … … Mmmhhhh!!

– Che ti dicevo? Dai, ora questa la bombiamo a pistone bene bene. Questa sarà la migliore scopata della sua vita!!

(Giuro che l’ho pensato veramente. E penso che sia una cosa doppiamente orribile perché l’ho pensato solo perché lei non era figa.)

 

Ad un certo punto, animato dalla foga del momento, la prendo per il collo, forte, troppo forte e lei si toglie violentemente la mano di dosso dandomi un colpo all’avambraccio.

Mi crolla il mondo addosso. Tutta la non-voglia che mi ero portato dietro da casa si rende manifesta tramite

 

  • sensi di colpa
  • desensibilizzazione istantanea del glande

 

– No, cazzo le ho fatto male… Che idiota, dovevo andarci più tranquillo..

– Gnhh.

– Mi dispiace un monte, ho rovinato tutto.

– Nhh ho phh vhhhhghhhh

– Vabbè, ora facciamo piano, però cazzo, non sento nemmeno nulla col preservativo. Che palle…

– Scohhhhhhhthh lhhhhh

– Eh? Che dici?

– prhhhshhh mhhhllhhh…

– No oh, ma che fai? Non possiamo farle pure questo dai su!!

– Fotthhhh shghhhh

– Dai suuuuuuu!!!

– Nhhhh.

 

Niente da fare. Victor si ammoscia inesorabilmente. Mi viene sonno. Voglio andare a casa. Era come se mi fossi riuscito in qualche modo a forzare in uno stato che non era il mio e poi, alla prima occasione, non appena la mia incrollabile fede nel fatto che me la volessi scopare davvero ha vacillato, il mio corpo ne ha approfittato per ribellarsi.

L’illusione è svanita e sono tornato alla realtà: era notte fonda, non avevo voglia di scopare, avevo fame e sonno ed ero a mezz’ora a piedi da casa mia.

Le mento, dicendo che io col preservativo proprio non ci riesco. Poi le dico la verità: che non volevo farle male e mi era dispiaciuto.

La saluto e me ne vado.

 

 

La redenzione

Per mia grande sorpresa, qualche giorno dopo mi chiede di uscire di nuovo.

Ancora una volta ignoro il fatto che lei non mi ispiri dal punto di vista sessuale e penso solo:

 

– Ecco la mia occasione di riscatto, la mia redenzione!!

– No dai, cioè, è andata male la prima volta, anche basta.

– Ven via, è solo perché avevamo scopato il giorno stesso con una più figa, stavolta andrà tutto bene.

– Ma che ne sai. Lei non mi tira. Io te l’ho detto.

– Ma scusa, Caracas (un amico) che si è scopato la super cicciona? Nacho Vidal (un attore porno) che ha le erezioni a comando? Quei due napoletani a Malta che si son fatti quei due trabogani? La figa è la figa, poche seghe mentali e vedi di fare il tuo lavoro.

– Ti rendi conto che non è normale voler scopare COSì TANTO vero?

– TU, proprio TU mi dici una cosa del genere? Ma dove siamo finiti!!

– UFFAAAAA! .. Va bene, va bene. Scopiamocela.

 

La invito a cena a casa mia. Prima ancora di iniziare a cucinare, la sollevo e la butto sul letto. Voglio togliermi velocemente questo peso dalla coscienza.

Mentre mi interrogo su che tipi di problemi mentali io abbia, inizio a spogliarla, ma lei mi ferma. C’è un problema.

Ha il ciclo.

 

 

Evoco silenziosamente la Madonna e mi ricompongo mentalmente per evitare di chiederle “e allora che cazzo ci sei venuta a fare qui?”

Lei mi legge nel pensiero e mi dice che sarebbe stato sgarbato darmi buca all’appuntamento per quel motivo.

Decido istantaneamente che la scoperò lo stesso e poi non la vedrò più.

Lei dice di aver bisogno di passare dal bagno, prima.

 

 

Mentre è via, rifletto sulla mia vita, sull’universo, sulle lissacatine, sul fatto che vorrei passare la serata a giocare ai videogames.

Quando torna, non posso più ignorare il fatto che non sono sessualmente attratto da lei.

 

Saranno i ferormoni che non combaciano, sarà che non mi piaceva nemmeno come bacia, che non sono riuscito a trovare in lei qualcosa di sensuale o erotico, fatto sta che non mi sono nemmeno preso la briga di provarci.

Le dico che ho cambiato idea.

 

 

Il suo cervello va momentaneamente in cortocircuito e rotea gli occhi mentre cerca di riconnettersi.

Le mento, dicendole che in realtà, col ciclo proprio io non ce la faccio.

Mi dice che sembravo il tipo di uomo che ce la poteva fare. Le mento di nuovo, dicendole che no, in realtà io sono sensibile a queste cose.

 

– Ma che stai dicendo? Abbiamo fatto i pirati che salpano verso il mar rosso per 3 volte nell’ultimo mese!!

– So che ciò ti offende, ma oggi ho capito una cosa importante.

– Cosa?

– Non voglio più sapere come si fa a scopare una donna che non mi piace.

 

Ceniamo insieme. Una cena piuttosto imbarazzante, almeno per lei. Io sono tranquillissimo e mangio e chiacchiero, lei fa tipo pentola a pressione e alla fine scoppia.

Non capisce, tutta questa situazione è assurda.

<<Vuoi altro vino?>>, le chiedo.

Non vuole del vino.

 

 

Nonostante la bontà della cena, la mia ospitalità e il vino, la ragazza ritiene che io sia davvero uno stronzo.

Per assicurarsi che abbia capito, me lo ripete almeno due o tre volte.

 

Io non faccio una piega, lei non sa che in realtà sta alimentando il mio già sovradimensionato ego.

Si può morire schiacciati dal proprio ego?

Mentre mi pongo questa domanda importante per la mia vita, la ragazza se ne va.

La saluto, non mi guarda negli occhi.

 

E’ finita, penso. Spero. Poteva comunque andare peggio.

Poi oggi, mentre scrivevo questo post, mi arriva un suo messaggio.

 

prendi una donna trattala male

Una volta che hai sedotto una donna, non c’è limite a quanto la puoi trattare male senza perderla.

Se esiste la reincarnazione, spero di rinascere uomo.

P.S.

Ok, questo post merita un aggiornamento.

Ero ad un concerto con la mia migliorissima trombamica di sempre (di cui non ho ancora scritto niente, principalmente per paura che mi stacchi le palle, il che è abbastanza ironico, adesso che ci penso, visto che questo PS finisce con me che vengo preso a ceffoni)

e insomma, ad un certo punto arriva la ragazza di questa storia che mi dice <<ho letto il tuo blog.>> con un tono di voce della serie: “ti ho sgamato, figlio di puttana“, mi tira un ceffone davanti a tutti (come nella migliore delle tradizioni dei ceffoni tirati in faccia agli stronzi) gira il culo e se ne va.

Ora, ci sono tutta una serie di cose che penso riguardo a quanto accaduto, per cui le scrivo qui in un apoetico elenco puntato senza soluzione di continuità:

 

  • Comunque anche Bukowski, quanto ha scritto Women, le ha fatte incazzare tutte.
  • E’ paradossale che ciò sia avvenuto proprio dopo che aveva postato una foto su fb in cui ho pensato “mazza che figa oh” e anche che abbia pensato, proprio per quei tre secondi in cui l’ho vista al concerto, che ero contento di rivederla e che stava molto bene (infatti, trasportato da questo pensiero, prima di essere preso a sberle sono riuscito a darle un bacino sulla guancia per salutarla, cogliendola evidentemente di sorpresa e forse rovinandole un pochino il film che si era fatta di come mi avrebbe preso a schiaffi (che sicuramente non prevedeva la scena del bacio)).
  • Penso a tutte le volte che ho sentito ragazze parlare male – per non dire tremendamente male – dei loro ex, o dei loro attuali fidanzati, o di tipi lerci da cui si sono fatte scopare una sera che avevano voglia di insudiciarsi e a quanto in generale tutti noi, se fossimo totalmente sinceri, come sono io su questo blog, sui nostri partner sessuali, non faremmo probabilmente altro che passare le giornate a prenderci a sberle in faccia.
  • Mi dispiace molto che una storia non possa essere svincolata dalla realtà.
  • Penso che abbia fatto bene a sfogarsi, e che il modo in cui l’ha fatto sia terribilmente femminile.
  • Vorrei dirle che ha sbagliato, a mandarmi quell’ultimo messaggio.
  • Vorrei dirle, anche se so che non tornerà mai più qui sopra perché immagino le abbia fatto male, che io penso in continuazione un sacco di cose orribili sulla gente, sui miei amici, sui miei genitori, su di me, e poi un sacco di cose belle, in un caleidoscopio di vaffanculi e sensi di colpa neuronali che posso cristallizzare in una storia, che però ne rappresenterà sempre e solo una piccola angolazione. Nel senso che qui ho parlato solo di un aspetto della nostra “storia” ma ce n’erano tanti altri, sinceramente positivi, di cui non ho parlato perché la storia aveva quel taglio lì.
  • In ogni caso, la figura di merda più grossa qui ce la faccio io perché mi si è ammosciato a metà scopata, roba che neanche un settantenne…

 

– Stai cercando di riparare? Vecchia volpe.

– No, è impossibile.

– Te la vuoi scopare di nuovo?

– Avrei paura che mi stacchi le palle a morsi.

– Allora stai perdendo tempo. 

– Forse hai ragione.

Lascia un Commento

5 Commenti su "Scopare con una che non ti piace (un errore da non ripetere)"

 
Marta

Non so se mi abbia fatto cadere le palle più il fatto che avesse il ciclo o che in una tale situazione non volesse altro vino.
Beddino il P.S, mi hai fatto venire voglia di rileggere Bukowski lol

Proprietario di Victor

Rileggere Bukowski è sempre una buona idea :)

Ladonnapiùcessadelmondo

Fantastico rileggere questa storia dopo più di un anno e trovare un dettaglio aggiunto così toccante:
“cesso di donna”.
Quante gioie mi regali!
Ora posso aggiungerlo al curriculum:
-Talmente cessa che la gente non riesce a scoparmi manco a luce spenta-
Di questi tempi è raro…
Ma tanto lo sai come la penso sulla tua penna

Proprietario di Victor

Dai oh, quello è solo un claim… Che te ne frega di me dopo tutto ‘sto tempo?
Comunque, visto che leggi ancora, sappi che sei stata l’unica donna della mia vita che mi abbia mai tirato uno schiaffo! Nessuna ex l’aveva mai fatto, nemmeno mia madre! (che, forse, dirai, avrebbe dovuto).

Ragazzo estremamente divertito

Ti rendi conto di essere fuori di testa, vero? Hahahaha, ma come? ti fai sgamare due volte?
Alla ragazza di cui sopra: i gusti sono gusti, fottitene e non prenderla sul personale!

wpDiscuz